Loggia, ultimatum di Maione a Fi: azzerare tutto o faccio una civica

Il forzista ribelle indica come termine ultimo per dare segnali concreti di cambiamento le elezioni politiche e regionali del 4 marzo

2
Giorgio Maione, Forza Italia
L'avvocato Giorgio Maione, consigliere comunale ed ex assessore in Loggia

“Confermo quanto annunciato nelle scorse settimane, ovvero la volontà di costituire un movimento civico basato sul confronto e composto da persone con idee e progetti chiari”. A dirlo – secondo quanto riportato da un articolo del Giornale di Brescia – è il consigliere comunale, ed ex assessore, di Forza Italia Giorgio Maione che – dopo i dieci giorni di riflessione annunciati – ha deciso di fare un passo più in là contro “la decisione dei vertici di Forza Italia (…) calata dall’alto e imposta agli alleati”.

Da qui la richiesta di “azzerare tutto, compreso il candidato sindaco” (Paola Vilardi). “Diversamente”, minaccia Maione, “sono pronto a mettere in campo il mio impegno con altri amici all’interno di un movimento civico aperto ad interlocutori che sulla città si stanno affacciando con interesse e con proposte concrete e alternative a quelle di Emilio Del Bono”. L’ultimatum, sottolinea il ribelle forzista, scade il 4 marzo. Poi si passerà ai fatti.

Comments

comments

2 COMMENTS

  1. Altro bell’ultimatum : se non ci mettiamo d’accordo fra partitocratici, dice Maione, allora faccio…una lista civica con amici, conoscenti, compagni di merende. Deprimente spettacolo in una realtà quasi surreale di rappresentazione della democrazia partecipativa. E così rivincerà Del Bono senza troppi patemi e ancor meno concorrenza.

LEAVE A REPLY