Sanità, i medici bresciani incontrano i candidati in Regione

Il Consiglio dell’Ordine ha individuato alcuni temi ritenuti prioritari per la sanità lombarda, che ispireranno le domande poste ai rappresentanti delle forze politiche

0
Ordine dei medici
Ordine dei medici

In vista delle elezioni regionali del prossimo 4 marzo l’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri della provincia di Brescia organizza un incontro con i candidati delle diverse forze politiche in campo. L’appuntamento è per mercoledì 21 febbraio alle ore 18.30 nella sala conferenze dell’Ordine, in 167 a Brescia.

Un’occasione per confrontarsi sulle politiche sanitarie da promuovere per il prossimo quinquennio, e sulle risposte da proporre per risolvere problemi e criticità che interessano il sistema sanitario regionale.

All’incontro – che seguirà la formula del “question time” a domande e risposte e sarà condotto dal presidente dell’Ordine dei Medici, , con la vicepresidente Luisa Antonini – parteciperanno in rappresentanza della coalizione di centrosinistra che sostiene alla guida della Regione, Fabio Rolfi per la coalizione di centrodestra che appoggia Attilio Fontana come futuro governatore, Onorio Rosati, candidato presidente per Liberi e Uguali, Alberto Zolezzi in rappresentanza del Movimento 5 Stelle, Alberto Marino per la lista Sinistra per la Lombardia, Pierluigi Zeli, candidato consigliere regionale per la lista Grande Nord, , candidato consigliere regionale per la lista CasaPound Italia.

«Incontriamo i candidati per approfondire le diverse posizioni sui temi sanitari, offrendo ai nostri iscritti l’occasione di un confronto diretto, attraverso domande scritte in tempo reale che animeranno la discussione finale – sottolinea il presidente dell’Ordine dei Medici, Ottavio Di Stefano – Ci attendiamo risposte concrete sui programmi, e un’interlocuzione efficace sugli interrogativi che andremo a porre ai candidati».

Il Consiglio dell’Ordine ha individuato alcuni temi ritenuti prioritari per la sanità lombarda, che ispireranno le domande poste ai rappresentanti delle forze politiche. Si parlerà della riforma regionale lombarda sulla presa in carico delle malattie croniche, fra punti di forza e criticità. Si approfondirà il problema della carenza di medici di medicina generale e pediatri di libera scelta, destinato ad acuirsi nei prossimi anni. Ci si soffermerà sul ruolo dell’ospedale e sulle carenze –infrastrutture informatiche, formazione del personale al lavoro in équipe – con cui ci si deve confrontare. Si affronterà il tema dell’accreditamento delle strutture private e dell’equiparazione pubblico-privato, peculiare della sanità lombarda, ponendo l’accento sul rischio di “distorsione” dell’offerta e incremento del ricorso a prestazioni sanitarie inappropriate

L’incontro è aperto ai medici e alle professioni sanitarie. La partecipazione è gratuita.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome