Brescia: crescono l’e-commerce e le opportunità per le PMI

L’economia digitale ha un impatto sempre più rilevante sullo sviluppo locale del territorio bresciano. Nuove imprese di e-commerce e servizi digitali, aumento dei voli cargo e incremento degli addetti nel settore sono solo alcune delle ricadute positive che si registrano negli ultimi mesi

0
Ufficio a Brescia
Ufficio a Brescia

L’economia digitale ha un impatto sempre più rilevante sullo sviluppo locale del territorio bresciano. Nuove imprese di e-commerce e servizi digitali, aumento dei voli cargo e incremento degli addetti nel settore sono solo alcune delle ricadute positive che si registrano negli ultimi mesi. A queste si affiancano nuove opportunità formative e servizi per le piccole e medie imprese che vogliono investire nel commercio online e nel digitale.

È notizia di questi giorni che i voli cargo settimanali dell’aeroporto Gabriele D’Annunzio di Montichiari arriveranno a tre. L’aumento è reso possibile dall’accordo tra e Poste Italiane per la consegna dei pacchi e-commerce venduti sul portale del colosso di Seattle. Un accordo che ha portato alla creazione di 1500 nuovi posti di lavoro in tutta Italia presso Poste Italiane e che sul territorio bresciano ha avuto una importante ricaduta sul traffico cargo del D’Annunzio e sui relativi investimenti.  La società Catullo ha infatti varato un piano di investimenti pari a 52 milioni di euro entro il 2020 con l’obiettivo di prolungare la pista e adeguarla per il decollo e atterraggio di voli cargo intercontinentali. Saranno altresì migliorati i magazzini e il terminal, andando così a incrementare la vocazione merci dell’aeroporto di Montichiari in cui già si trova l’hub di Poste Italiane.

La stessa società Poste Italiane provvede poi alla consegna sul territorio di un crescente volume di pacchi. Nel primo semestre del 2017 in Lombardia sono stati consegnati da Poste Italiane e SDA 4,7 milioni di pacchi di prodotti acquistati su internet. Con 650mila unità consegnate, Brescia è stata la sesta provincia d’Italia e la seconda in Lombardia, preceduta solo da Milano.

Lo sviluppo dell’e-commerce ha ricadute positive non solo nell’ambito della logistica, ma anche sulle imprese locali che operano nel settore o decidono di vendere i propri prodotti online. I dati diffusi lo scorso anno dalla Camera di Commercio di Milano hanno rivelato che le imprese italiane attive nel commercio online sono più che raddoppiate tra il 2010 e il 2016, facendo registrare un ottimo +118%. Un aumento simile si è avuto in Lombardia (+113%), dove Milano è risultata essere la provincia con più imprese e-commerce (1272), seguita al secondo posto da Brescia (329 imprese) e Bergamo (255). Parallelamente negli stessi anno sono aumentati i lavoratori impiegati nelle imprese digitali (non solo e-commerce), che a Brescia sono arrivati a quota 7mila, una cifra che in Lombardia è inferiore solo a quella di Milano.

L’aumento delle aziende che operano nell’e-commerce è legato sia alla diffusione dello shopping online tra i consumatori, sia alle innovazioni che hanno facilitato l’ingresso delle piccole imprese nel mondo della vendita online. Alcune di queste innovazioni riguardano proprio le consegne dei pacchi con servizi come Packlink PRO con cui medie, piccole e micro imprese possono efficientare facilmente la propria logistica e-commerce. La piattaforma consente di importare gli ordini ricevuti nel proprio shop online e di procedere rapidamente alla spedizione. Per ogni ordine Packlink PRO sceglie il corriere per e-commerce più conveniente – più rapido o economico – per quella specifica spedizione, confrontando tempi e tariffe dei principali corrieri espressi italiani e internazionali.

Per le PMI è inoltre più facile accedere a strumenti di marketing professionali, a basso costo o gratuiti come Analytics, che rende accessibili tool avanzati di web analytics anche alle più piccole realtà imprenditoriali. Strumenti che sono stati al centro di iniziative di formazione come “Eccellenze in digitale 2017”, organizzate da Google e Camera di Commercio di Brescia e terminate lo scorso novembre. Una iniziativa che ha portato a professionisti e a aziende del territorio conoscenze e tecniche per utilizzare in ambito imprenditoriale le tecnologie digitali più innovative. Web analytics, SEO, SEM e naturalmente e-commerce sono stati i temi principali delle giornate formative.

In tempi più recenti sono state lanciate iniziative come il voucher per la digitalizzazione delle imprese, che andava a sostenere tra le altre cose lo sviluppo di soluzioni e-commerce per medie, piccole e micro imprese italiane. Vendere online è insomma più facile anche per le piccole realtà imprenditoriali del territorio, che possono così accedere a un pubblico più ampio, utilizzando strumenti sempre più avanzati e accessibili di formazione, marketing e logistica e-commerce.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome