Sesso a pagamento con minori, la procura chiede 11 rinvii a giudizio

La procura di Brescia ha chiesto il rinvio a giudizio per gli undici bresciani indagati - a vario titolo - per aver avuto rapporti sessuali con minori a pagamento (in alcuni casi anche senza preservativo) e per detenzione di materiale pedopornografico

0
Prostituzione minorile a Brescia, foto dal web
Prostituzione minorile a Brescia, foto dal web

La procura di Brescia – secondo quanto riportato dal Giorno – ha chiesto il rinvio a giudizio per gli undici bresciani indagati – a vario titolo – per aver avuto rapporti sessuali con minori a pagamento (in alcuni casi anche senza preservativo) e per detenzione di materiale pedopornografico.

I fatti – secondo le indagini della Polizia locale di Montichiari – sarebbero avvenuti tra il 2013 e il febbraio 2017. L’udienza preliminare si terrà a metà maggio. Gli indagati hanno tra i 41 e i 67 anni: tra questi ci sarebbero anche un medico del Civil e un ex dirigente scolastico di un istituto cittadino.

Quest’ultimo è accusato di episodi avvenuti all’interno della scuola che guidava: secondo l’accusa, infatti, l’uomo aveva incontri fissi con un suo studente e, in cambio, gli avrebbe anche pagato la quota di iscrizione alla gita scolastica. In altri casi le prestazioni venivano pagate con poche decine di euro o con ricariche del cellulare.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome