Opzioni binarie, vediamo di capirci qualcosa in più

0
Le opzioni binarie scommettono solitamente sulla crescita o sulla decrescita di un titolo
Le opzioni binarie scommettono solitamente sulla crescita o sulla decrescita di un titolo
Sempre più spesso, on line, si sentono nominare concetti di ambito economico e finanziario. Termini – sovente sintetizzati da parole in lingua inglese – che rimangono sconosciuti al grande pubblico. Ma molto spesso a non comprenderne le dinamiche sono anche coloro che – utilizzandoli – dovrebbero invece comprenderli a pieno per evitare di fare scelte inconsapevoli. E’ il caso delle opzioni binarie (o binary option), strumento finanziario che permette di negoziare sulle fluttuazioni dei prezzi di un dato bene o valuta nell’arco di un determinato tempo.
Anche nel Bresciano sono sempre più numerosi coloro che, con una semplice carta di credito, si iscrivono alle piattaforme di gioco decidono di lanciarsi in questo mondo, attirati dalla possibilità di fare soldi facili. Ma così, nella maggioranza dei casi, non è: l’unica cosa facile sono le perdite. Mentre guadagnare, che è sempre più complicato, richiede una grande conoscenza dello strumento.
Vediamo dunque di capirci qualcosa in più con questa mini-guida, in modo da evitare che un investitore poco propenso al rischio si avvicini a questa possibilità e da chiarire le idee ai più coraggiosi. La premessa per tutti, comunque, è sempre quella di investire in opzioni binarie soltanto una parte minima del proprio capitale, quella che si è pronti a perdere (o far crescere) nell’arco di brevissimo tempo. Evitate di farvi ingolosire dalle promesse o dai numerini sullo schermo. Nessuno regala nulla. Tanto più nel magico mondo della finanza e dei suoi derivati.

Cosa sono le opzioni binarie?

Le opzioni binarie sono strumenti finanziari diversi dai tradizionali: non a caso in gergo tecnico vengono classificate come opzioni esotiche. Capirne il funzionamento, comunque, non è così difficile. L’opzione binaria più comune è la high-low (alto-basso) che permette di “scommettere” sull’andamento di titoli, indici, materie prime e cambi di valute (una delle coppie più gettonate è il cambio Euro/Dollaro).
A determinare il successo o meno della scommessa è la crescita o il calo del valore di quel bene rispetto a una data prefissata, che può andare da due minuti a diversi mesi. Non si vince soltanto se il titolo/valore cresce: dipende da quale tendenza si è scelta (al ribasso o al rialzo) nel termine temporale che si è stabilito. Per dirla in parole più semplici, i trader scommettono se il prezzo futuro di un dato bene sarà superiore o inferiore al corrente. Il risultato è quello di vincere o perdere un importo fisso e predeterminato all’atto della stipula del contratto virtuale – indipendentemente dalla percentuale di crescita o di decrescita del titolo su cui si è deciso di puntare. La perdita, in caso di sconfitta, corrisponde all’intero capitale investito.

Un esempio concreto

Supponiamo che si stia acquistando la scommessa su un dato titolo a un dato prezzo (ex 1000) e si sia fissato come termine 2 minuti. In quel momento si sta esercitando un’opzione call (è importante ribadire che non si sta acquistando il titolo stesso, ma la previsione sulle sue prospettive), scommettendo che il prezzo nel lasso di tempo prefissato (che come abbiamo detto può essere anche molto breve, a seconda della scelta dell’investitore) sia superiore alla cifra iniziale (ex: 1000 + x). Qualora questa circostanza si verificasse (sia nel caso che la cifra finale sia 1001 sia che sia 2000, per rimanere all’esempio) tra due minuti esatti d’orologio l’investitore avrà guadagnato il 70 per cento della cifra investita (ex 700, ma alcune piattaforme potrebbero avere percentuali diverse), altrimenti avrà perso tutto. Se la cifra è identica, invece, la somma investita viene interamente restituita al trader.

A quali piattaforme affidarsi

Le piattaforme per utilizzare strumenti come le opzioni binarie sono diverse e, solitamente, si trattengono una provvigione sulle somme investite. Il rischio forte è comunque quello di affidarsi a piattaforme-truffa, che – dopo un determinato lasso di tempo – chiudono i battenti “scappando” con tutto il capitale depositato (come ben sanno molti investitori in bitcoin). Anche per questo il consiglio importante per tutti è quello di affidarsi soltanto a siti certificati da Consob e Cysec (i cui loghi compaiono in bella evidena nelle home page dei siti a norma): i più seri – è importante dirlo – dispongono anche di piattaforme gioco in cui simulare l’investimento, per poter verificare sul campo quanto si potrebbe vincere o perdere. Un elenco è possibile trovarlo su siti come www.opzionibinarie.org.

Profili di rischio

Strumenti come le opzioni binarie sono consigliate esclusivamente ad investitori altamente competenti oppure a trader con altissimo profilo di rischio ed alta propensione alla speculazione finanziaria: quelli insomma che – nell’ipotesi più negativa – possono permettersi anche di perdere in pochi istanti tutto il capitale. Per tutti gli altri si tratta di uno strumento finanziario sconsigliato, a meno che si voglia mettere in gioco una parte residuale del proprio capitale e trattarla come fosse una scommessa da bar. Una cosa però è importante considerare: in tutte le opzioni high/low la ricompensa possibile è sempre inferiore al rischio, dunque un investitore deve avere un’alta percentuale di successo per garantirsi un guadagno.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome