Convegno tributo a Severino: appuntamento venerdì in Loggia

I lavori saranno aperti dall’intervento delle autorità, tra le quali il sindaco di Brescia Emilio De Bono, i Rettori delle Università di Brescia, Maurizio Tira e Mario Taccolini. Seguirà il primo dibattito dal titolo ‘Il senso dell’eternità’ con Mario Capanna, Paolo Corsini, Ines Testoni, Giulio Goggi e con l’intervento del ministro Carlo Calenda

0
Emanuele Severino
Emanuele Severino

Promosso dall’ASES (Associazione di Studi ) venerdì 2 marzo, dalle ore 8.30 alle 13, in Palazzo Loggia si tiene la prima parte del Convegno ‘All’alba dell’eternità – I primi sessant’anni de La Struttura Originaria’. Era il 1958, infatti, quando il giovane Emanuele Severino pubblicò La Struttura Originaria (La Scuola Editrice), libro che ha delineato il suo pensiero e infatti nel lungo saggio-introduzione all’edizione Adelphi ha scritto che quel testo «rimane ancora oggi il terreno dove tutti i miei scritti ricevono il senso che è loro proprio».

I lavori saranno aperti dall’intervento delle autorità, tra le quali il sindaco di Brescia Emilio De Bono, i Rettori delle Università di Brescia, e Mario Taccolini. Seguirà il primo dibattito dal titolo ‘Il senso dell’eternità’ con Mario Capanna, , Ines Testoni, Giulio Goggi e con l’intervento del ministro Carlo Calenda.

Al termine della mattinata L’Associazione Festival della Filosofia in Magna Grecia consegnerà il ‘Premio Parmenide’ al Professore Emanuele Severino.

Questa prima parte del convegno è aperto alla cittadinanza e alle istituzioni.

Il convegno si sposterà quindi all’Università Cattolica del Sacro Cuore (via Trieste) dove si apriranno le sessioni. La giornata si concluderà con il confronto tra Emanuele Severino e Biagio De Giovanni.

Sabato, all’Università Statale di Brescia (Contrada Santa Chiara) proseguiranno le sessioni con gli interventi, tra gli altri, di Giulio Giorello, Massimo Donà, Luigi Vero Tarca, Vincenzo Vitiello, Leonardo Messinese.

La giornata si chiuderà con il confronto tra Emanuele Severino e il filosofo analitico inglese Graham Priest.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome