Dal 15 marzo al 25 maggio la città pensa al Fantasy

Il tema di Brescia Fantastica 2018 è “Il Fantasy: percorsi di diversa cittadinanza”

1
Vanni_santoni
Vanni_santoni

Brescia, attraverso le sue biblioteche di quartiere coordinate dalla “Queriniana” e sostenute dall’assessorato alla Cultura, riflette per due mesi intorno ai temi di inclusione propri del fantasy. Lo fa impegnandosi in 43 eventi che, da marzo a maggio, riguarderanno i bambini, i giovani e gli adulti.

“Brescia Fantastica” inizierà con la tavola rotonda che si terrà il 15 marzo, presso la Sala Conferenze dell’Emeroteca nella quale , Assessore alla Cultura di Brescia, Vanni Santoni scrittore ed Ennio Ferraglio, Direttore della Biblioteca Queriniana, dialogheranno con Mauro Toninelli, giornalista, sui temi propri della diversa cittadinanza all’interno dei mondi fantastici e nella nostra realtà.

Molti sono i momenti dedicati all’approfondimento letterario, con la presenza di autori quali Wu Ming 4, Luca Tarenzi e Paolo Rumiz (quest’ultimo ospite in collaborazione con il Booktrailer Film Festival). Luca Tarenzi, per altro, andrà ad incontrare gli uomini e le donne che vivono nelle case di reclusione di Brescia nelle quali, da qualche anno, è attivo un servizio bibliotecario che fa capo alla Rete Bibliotecaria Bresciana.

Nell’ambito della “prossimità” che il Sistema Bibliotecario Urbano ha sviluppato nei confronti di ogni cittadino e in collaborazione con il progetto “Note in corsia”, realizzato con il Comune di Brescia – Sistema bibliotecario urbano, reparto di Oncologia dell’ASST Spedali Civili di Brescia e il Laboratorio teatrale del liceo sociopsico-pedagogico De Andrè di Brescia, un appuntamento di lettura tetralizzata legato al Fantasy, sarà dedicato proprio al reparto Oncologia degli Spedali Civili.

Ulteriori eventi sono collegati allo spettacolo ed alla musica. Tra tutti si sottolinea il concerto d’arpa di Vincenzo Zitello, reso possibile dalla collaborazione con l’Associazione “il Club” di Palazzolo sull’Oglio. L’Associazione Culturale “Loriband” inoltre, condurrà in un viaggio immaginario tra musica e letteratura nelle terre d’Irlanda, così come Elena Bettinetti, attrice bresciana, accompagnata da arpa e flauto irlandese ci guiderà tra i personaggi fantastici della letteratura classica.

La creazione di “Brescia Fantastica”, infatti, si è caratterizzata per la rete di connessioni che è riuscita a creare tra le biblioteche della città e le realtà culturali che si muovono sul territorio. Tra queste, il cinema “Nuovo Eden” ha assicurato, con due titoli fantasy originali, due prime visioni, mentre il Museo dell’Industria e del Lavoro, aprendo le sue porte a due eventi di “Brescia Fantastica”, ha creato una connessione tra luoghi diversi della cultura.

Le visite guidate sono state affidate alle guide di Scopri Brescia: in particolare il nuovo percorso “Brescia Magica”, appositamente creato per l’evento, si presenta come un viaggio tra i luoghi misteriosi della città. Questa visita guidata si concluderà presso la Biblioteca Queriniana, dove per tutto il tempo del cartellone di eventi, potrà essere visitata la mostra “La Biblioteca Magica”. Essa è un’esposizione di manoscritti e libri di stampa antichi appartenenti alle collezioni della Biblioteca Queriniana e riguardanti scienze occulte e misteriose quali magia, divinazione e alchimia. La mostra è stata curata dal Direttore della Queriniana Dott. Ennio Ferraglio.

Il tema di Brescia Fantastica 2018 è “Il Fantasy: percorsi di diversa cittadinanza”. Se la città si pone infatti come il luogo delle connessioni che pongono in rete le diversità, il fantasy con la sua ricchezza immaginativa legata ai popoli ed alle storie dei mondi paralleli può essere un aiuto a comprendere il tema dell’inclusione sociale. In questi termini l’associazione “La Fionda”, con una biblioteca vivente, porrà in dialogo le diversità che incrociamo nei percorsi cittadini.

Si segnalano inoltre i corsi che verranno attuati nelle varie biblioteche della città per “disegnare” i personaggi del fantasy, come i momenti di degustazione dei cibi provenienti dal mondo di Harry Potter o dalla Terra di Mezzo. Si aggiungano i percorsi di lettura e di laboratorio per i bambini e quelli aperti ai ragazzi e agli adulti dedicati al gioco da tavolo “intelligente” ed agli approfondimenti sulla storia del fantasy e su alcune particolari saghe. In tutto 43 eventi immaginati per divertire, far riflettere, approfondire, creare esperienze di condivisione attraverso la rete di servizi più vicina al cittadino in tutte le fasi della sua vita: quella delle biblioteche.

 

Comments

comments

1 COMMENT

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome