Tutto il fiume Mella in canoa: nuova impresa dell’olimpico De Gennaro

Domani il canoista bresciano cercherà di centrare una delle più grandi imprese della sua carriera: partendo da Bovegno e arrivando a Brescia, infatti, seguirà tutto il corso per raccontare direttamente dall'alveo del fiume uno dei patrimoni naturalistici più nominati e meno conosciuti dai bresciani

0
Il canoista bresciano Giovanni De Gennaro impegnato in una delle sue discese
Il canoista bresciano Giovanni De Gennaro impegnato in una delle sue discese, foto da Facebook

Domani il campione olimpico di canoa Giovanni De Gennaro cercherà di centrare una delle più grandi imprese della sua carriera: partendo da Bovegno e arrivando a Brescia, infatti, seguirà tutto il corso del Mella per raccontare direttamente dall’alveo del fiume uno dei patrimoni naturalistici più citati e meno conosciuti dai bresciani.

 

IN CANOA LUNGO IL FIUME MELLA

Il progretto – presentato ieri in Loggia – si chiama I Love Mella ed è finalizzato a far conoscere la bellezza del Mella e a sensibilizzare la cittadinanza sul rispetto delle sue acque, per tutelarne maggiormente l’ambiente circostante. La partenza sarà a Bovegno intorno alle 9,30, poi – prima dell’1.30 – De Gennario farà una tappa di ristoro alla Beretta, per poi riprendere il suo viaggio lungo il fiume in un tratto più facile. Dove le vere difficoltà non saranno rocce e cascatelle, ma i manufatti dell’uomo, come gli sbarramenti e gli scarichi di aziende. Proprio per questo non sarà possibile indicare l’orario di arrivo.

Il campione (Medaglia d’oro alla Coppa del Mondo 2016 di Ivrea e settimo classificato in K1 alle Olimpiadi di Rio de Janeiro) sarà accompagnato in questa impresa da una troupe di cameraman che documenteranno il suo viaggio. Mentre a sostenerlo dal punto di vista economico sono state diverse realtà istituzionali e aziendali: Provincia di Brescia, Comune di Brescia, dalla Comunità Montana Valle Trompia, Azienda Servizi Valle Trompia, Canoa Club Brescia, da Beretta SpA, Trafilerie Ghidini SpA, agenzia Joydis e Fondazione ASM.

IL COMMENTO DI DE GENNARO

“L’idea è nata da me”, ha spiegato l’atleta in una intervista rilasciata durante la conferenza stampa, “il Mella è un fiume impegnativo e sin da bambino ho coltivato il sogno di poterlo scendere in canoa: ho lavorato molto e sono riuscito a raggiungere il livello tecnico necessario per farlo. Poter mostrare ai cittadini cosa è davvero questo fume, che quando arriva in città è davvero inquinato e sottovalutato è un sogno”.

LA PAGINA UFFICIALE DI DE GENNARO SU FACEBOOK

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome