Social Media Marketing, fra utenti e algoritmi: in un libro la via di de Luyk

Social media marketing. Fra UGC ed algoritmi”. E' questo il titolo del nuovo lavoro di Alessandro de Luyk (con la prefazione di Fabio Venturi), esperto di social media, seo e webmarketing che con la sua nuova fatica - edita da Lupetti nella collana Marketing e pubblicità - ha cercato di dare alle stampe la sua personalissima guida all'eldorado del web

0
de Luyk e Venturi
de Luyk e Venturi

“Social media marketing. Fra UGC ed algoritmi”. E’ questo il titolo del nuovo lavoro di Alessandro de Luyk (con la prefazione di Fabio Venturi), esperto di social media, seo e webmarketing che con la sua nuova fatica – edita da Lupetti nella collana Marketing e pubblicità – ha cercato di dare alle stampe la sua personalissima guida all’Eldorado del web. Un mondo oggetto di migliaia di guide di ogni genere, ma ancora poco conosciuto nei suoi meccanismi e troppo spesso raccontato tramite copiaincolla e leggende. Quando non vere e proprie fake news.

I CAPITOLI PRINCIPALI DELL’OPERA DI SOCIAL MEDIA MARKETING

Il libro di de Luyk – acquistabile anche su Amazon – si suddivide in otto capitoli che percorrono vari elementi del mondo virtuale della piattaforme offrendo anche una loro tassonomia per meglio comprenderne le caratteristiche principali di operatività. Il lavoro dell’autore, triestino di adozione ma nato e Venezia, si sviluppa in otto capitoli come segue: Dalla fotografia analogica al selfie, dal fan all’influencer; UGC, User Generated Content; Social Media e Social Network; Piattaforme usate per produrre e distribuire UGC; Content Curation; Dal Purchase Funnel al Customer Decision Journey; Social Media Monitoring and Listening; Social Commerce.

UN TITOLO… SEO

Il titolo apparentemente ovvio, almeno per il richiamo al Social Media Marketing, non deve ingannare i lettori: si tratta semplicemente di una scelta “seo friendly”, fatta ciò per andare incontro alle richieste gli utenti – delle loro ricerche esperite on line con linguaggio naturale – che si trovano ad interagire con i motori di ricerca, ovvero con Google. Ed è comunque arricchita dal riferimento esplicito a User Generated Content (i contenuti generati dagli utenti) ed algoritmi che realmente instradano il lettore attento alla tematica con cui i Social Media vengono presentati nell’opera. Dunque, un lavoro che fa già riferimento al lettore che conosce l’ecologia delle piattaforme sociali e le regole del gioco che governano la gestione dei flussi di contenuti al loro interno.

Diverso invece l’approccio agli algoritmi, che l’autore spiega a BsNews.it definendoli “il braccio armato del nuovo capitale sintetico” riferendosi – con una similitudine – al fatto che questi sono i predatori all’interno di un ipotetico regno animale costituito dalle piattaforme e da tutti i dispositivi tecnologici-  fatti di applicazioni, widget, agenti virtali, chat, bot – che vi hanno stabilito il proprio habitat naturale. Gli algoritmi presidiano il territorio, selezionano le specie dei contenuti che possono circolare e decretano l’eliminazione di quelli “più deboli”, favoriscono o ostacolano il successo dei singoli utenti, insomma detto in altre parole, comandano. E rivestono un potere non solo economico ma anche informazionale: rammenta de Luyk che oggi il mantra pensiero di questo capitalismo virtuale si riassume nel motto “data il king!”. Gli algoritmi sono quindi il braccio armato del nuovo capitale sintetico, un capitale che assume una nuova connotazione valoriale perché al denaro investito dagli stakeholders aggiunge, in modo inestricabile, il potere immenso delle informazioni profilate, delle nostre abitudini, delle nostre vite, realizzando una nuova formula di potere (non solo economico ma politico come ben dimostra il caso recente di Cambridge Analytica sulla piattaforma di Facebook) di cui questa economia è ghiotta. L’autore porta all’attenzione del pubblico l’operare di algoritmi in Google ai fini della SEO, ma anche relativamente al feed delle news di Facebook, oppure sulle piattaforme di Social Commerce per esempio relativamente alla gestione in Amazon delle recensioni, dei prodotti e dei sistemi di assegnazione dinamica dei prezzi di vendita, in un percorso che si fonda su un discorsività complessa ma anche molto attenta a lasciare spazio al lettore per scegliere di seguire, attraverso i continui rimandi contenuti nelle note, un approfondimento in direzioni diverse e personalizzate.

 

TRA LINGUA, STORIA ED ECONOMIA

Un volume che racconta i social e il mondo del web con un linguaggio inedito e forbito, ricco di metafore e similitudini, come quelle che cercano di porre in parallelo i social con la storia dell’umanità e le sue principali teorie economiche e sociali, con espressioni come “nuovo colonialismo tecnologico” (“macchinico ed algoritmico”), “poteri oracolari degli algoritmi”, “ecologia algoritmica” e via dicendo. Ma anche affermazioni – filosofiche – per cui “i social mettono in atto un fenomeno che permetterà una comprensione sempre maggiore delle interazxioni sociali”.

Il lavoro serve a sviluppare un approccio al Social Media in termini critici e si offre di dare strumenti, in particolare al professionista del marketing, per operare sulle piattaforme e promuovere i brand con l’impiego degli User Generated Content beneficiando dei suggerimenti tratti dall’analisi condotta su numerose campagne social agite sul mercato USA da brand come Pinguin Books, Starbucks, West Elm, Crocs, GoPro, Derma BlendPro, Galco e moli altri.

Il fine dichiarato è quello di “dare una maggior granularità alle conoscenze, alle dinamiche e alle leve necessarie a motivare il pubblico a creare contenuti per i brand e tenere conto dei fini di marketing delle piattaforme stesse per poter ottimizzare, a proprio vantaggio, il loro impiego sapendo che l’ostacolo è il potere oracolare degli algoritmi che cercano sempre di anticipare l’agire dell’utente e anche del professionista”.

NOTE E CITAZIONI

Ad arricchire l’opera, poi, ci sono anche  400 note a piè pagina, che fanno riferimento soprattutto a fonti estere come NY Times, Guardian, HBR (Harvard Business Review), Deloitte, Fortune, Wall Street Journal, Washington post Forbes, Time, Ted (Technology Entertainment and design), ProPublica, per i siti tecnici di SEO e SEM HubSpot e Moz, e per le statistiche PewInternet, Search Engine Journal, Search Engine Watch, Social Media Examiner, ecc.

Ulteriori informazioni sul libro sono disponibili sul sito ufficiale:

https://www.libro-socialmediamarketing.it/

LA SCHEDA

“Social media marketing. Fra UGC ed algoritmi”

di Alessandro de Luyk (Autore) con la prefazione di Fabio Venturi

Copertina flessibile: 352 pagine

Editore: Lupetti (gennaio 2018)

Collana: Marketing & pubblicità

Lingua: Italiano

ISBN-10: 8883912802

ISBN-13: 978-8883912801

“Social media marketing. Fra UGC ed algoritmi”, il libro
“Social media marketing. Fra UGC ed algoritmi”, il libro

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome