In fiamme i boschi sopra Nave: l’incendio è doloso

Le fiamme - ben visibili anche da diversi chilometri di distanza - sono divampate in serata e, con un fronte attivo di circa 300 metri, hanno "mangiato" circa sei ettari di bosco - tra la località Sciacca e l'eremo di sant'Onofrio - prima che i vigili del fuoco riuscissero a spegnerle

0
Vigili del fuoco in azione per domare le fiamme

Incendio di vaste proporzioni, questa notte, nei boschi sopra il Comune di Nave. Le fiamme – ben visibili anche da diversi chilometri di distanza – sono divampate in serata e, con un fronte attivo di circa 300 metri, hanno “mangiato” circa sei ettari di bosco – tra la località Sciacca e l’eremo di sant’Onofrio – prima che i vigili del fuoco riuscissero a spegnerle.

Un intervento – secondo quanto riportato da diversi media – durato ore, che si è concluso soltanto intorno all’1 di notte, con l’intervento anche dei volontari di Caino, Bovezzo e Nave.

Ora le forze dell’ordine stanno indagando sulle cause. Ma la certezza è che non si è trattato di autocombustione: il rogo è colpa dell’uomo. Resta da capire se si sia trattato del gesto volontario di qualche piromane, di un fuoco sfuggito di mano a qualche contadino o del risultato di un falò di Pasquetta. In molti, infatti, ieri non hanno resistito alla tentazione di accendere fuochi improvvisati nei prati per scaldarsi o per la tradizionale grigliata: proprio qualche brace non spenta adeguatamente potrebbe essere all’origine dell’incendio.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome