+++ Entra in azienda e spara: omicidio a Flero, è caccia all’assassino +++

Un 78enne è stato ucciso con un fucile a pompa, un altro imprenditore è stato ferito: l'omicida è fuggito a bordo di un suv Bmw di colore nero - AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE SULL'OMICIDIO DI FLERO

3
Carabinieri
Carabinieri

E’ caccia all’assassino che questa mattina, a Flero, ha fatto irruzione in un’azienda ammazzando una persona e ferendone un’altra. Le prime notizie arrivate ai media parlavano genericamente di un morto in azienda, ma velocemente è arrivata l’inquietante verità. Si è trattato di una brutale esecuzione, di cui piano piano stanno emergendo tutti i dettagli.

LA DINAMICA DELL’OMICIDIO

Secondo quanto risulta a BsNews.it, intorno alle 10.50 di questa mattina, un uomo armato – con un fucile a pompa – è presentato ai cancelli della ditta Sga di Flero, azienda di via Galvani che si occupa del commercio di veicoli industriali, chiedendo minacciosamente di entrare. Al rifiuto di un dipendente, il killer ha scavalcato il cancello e – dopo aver chiesto al titolare di chiamare la vittima – non ha esitato a far fuoco contro il titolare e alcuni dipendenti, al grido di: “Mi hai rovinato”.

Diversi i colpi sparati. A terra è rimasto un uomo, morto: si tratta di Elio Pellizari, 78 anni, titolare di una azienda che ha sede proprio accanto a quella in cui si è consumato l’omicidio. Mentre un altro è ferito, il 75enne Giampietro Alberti, contitolare dell’azienda e amico della vittima, è rimasto ferito e si trova ora alla Poliambulanza di Brescia: è stato colpito a una gamba, ma non sarebbe in pericolo. Poi l’assassino è fuggito in auto, pare con il Suv nero (una Bmw X5) della persona ferita, per poi cambiare vettura dopo pochi chilometri.

OMICIDA IN FUGA

Sul caso indagano i carabinieri. L’assassino viene descritto come una persona alta un metro e settanta con alcuni tatuaggi ben visibili. L’uomo sarebbe un 67enne bresciano di Roncadelle, C.B., con precedenti per associazione a delinquere (era parte di una banda specializzata nel furto di metalli), già condannato e sottoposto al sequestro dei beni. Le forze dell’ordine stanno cercando di rintracciarlo nel Bresciano e nelle province limitrofe (in particolare Monza e Brianza, Milano e Bergamo).

SI INDAGA SU UN ALTRO OMICIDIO

Mentre le forze dell’ordine stanno pattugliando il territorio, gli inquirenti ritengono  che l’assassino sia la stessa persona entrata in azione intorno alle 12.40 nel territorio di Vobarno, dove si è consumato un secondo omicidio (la vittima in questo caso è un imprenditore 61enne, ma al momento non sono noti altri dettagli). Per questo le ricerche si sono spostate anche nell’Est della Provincia e nel Veronese.

++++ AGGIORNAMENTO: L’ASSASSINO SI E’ SUICIDATO AD AZZANO MELLA, ECCO TUTTE LE INFORMAZIONI SUGLI OMICIDI, LA FUGA E LA MORTE +++

Comments

comments

3 Commenti

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome