Si sveglia dal letargo e sbrana due asini: l’orso è tornato

A testimoniarlo sono le vittime del suo passaggio: due asinelli che l'orso ha attaccato dopo il lungo periodo di digiuno

0
Un orso
Un orso

Questa volta non è una bufala, l’orso si è svegliato dal letargo ed è uscito dalla tana.

A testimoniarlo – e a scriverlo è Bresciaoggi – sono le vittime del suo passaggio: due asinelli che l’orso ha attaccato dopo il lungo periodo di digiuno durato tutto l’inverno.

I due asini erano al riparo chiusi in un recinto vicino ad una cascina che si trova sopra le abitazioni di Cortenedolo di Edolo.

Alcuni escursionisti, che nel giorno di Pasquetta si erano avventurati nella zona, hanno trovato nella neve numerose impronte dell’orso, a poca distanza dal luogo in cui aveva aggredito i due animali.

Dal Parco dello Stelvio fanno sapere che l’orso in questione, già fotografato in altre occasioni, sia M18, un maschio di sei anni con radiocollare: i suoi movimenti sull’arco alpino sono seguiti dagli esperti faunistici. In passato l’orso ha ucciso altri asini a Pian Gembro sopra Aprica, in Val Grande di Vezza d’Oglio e a Incudine.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome