Colomba pasquale, no… piccioni: albanesi presi con tre chili di coca

In seguito alla segnalazioni di “movimenti sospetti” nei pressi di un casolare di Rovato, la Squadra Mobile della Questura di Brescia ha iniziato alcuni appostamenti, appurando che gli occupanti della cascina occultavano alcuni pacchi a forma di parallelepipedo all’interno di un sottotetto

0
La cocaina sequestrata dalla Polizia
La cocaina sequestrata dalla Polizia

Tre chilogrammi di pura, destinati al mercato bresciano in occasione delle festività pasquali. Per questo sono stati arrestati due albanesi, accusati del reato di spaccio, che nei giorni scorsi sono finiti nella rete della con accuse pesanti.

In seguito alla segnalazioni di “movimenti sospetti” nei pressi di un casolare di Rovato, la Squadra Mobile della Questura di Brescia ha iniziato alcuni appostamenti, appurando che gli occupanti della cascina occultavano alcuni pacchi a forma di parallelepipedo all’interno di un sottotetto di un locale nelle pertinenze del cortile: insomma, nessuna colomba pasquale, ma nascosta in piccionaia.

L’immediato intervento ha permesso al personale operante di scoprire che i pacchi contenevano cocaina per un peso di 2,5 chilogrammi. La successiva perquisizione all’interno dell’abitazione ha, poi, portato a rinvenire e sequestrare altri 700 grammi di cocaina, materiale per il confezionamento ed un bilancino di precisione; è stata, inoltre, sequestrata la somma di 3700 euro, ritenuta il provento dell’attività di spaccio.

Per questo sono stati arrestati per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente due cittadini albanesi, con precedenti specifici: S.Z., di trent’anni e E.M. di diciotto. Gli arresti sono stati convalidati dall’Autorità Giudiziaria e per i due cittadini albanesi è stata disposta la custodia cautelare in carcere.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome