Pasti della Questura di Brescia, dai conti mancano 120mila euro

A far scattare le indagini è stato un controllo incrociato tra le cifre pagate dagli agenti, i buoni pasto rilasciati e i soldi effettivamente versati al ministero dell'interno tra il 2008 e il 2018

0
Questura di Brescia
Questura di Brescia

Ben 120mila euro. A tanto ammonta – secondo quanto riportato da – la cifra che, secondo l’ipotesi investigativa, avrebbe sottratto la responsabile del servizio mensa della in una decina d’anni di servizio. A far scattare le indagini è stato un controllo incrociato tra le cifre pagate dagli agenti, i buoni pasto rilasciati e i soldi effettivamente versati al ministero dell’interno tra il 2008 e il 2018. Conti che non tornano, pare. Da qui l’accusa di aver fatto la “cresta” sui pasti della Questura, che ora dovrà essere valutata dai giudici. La donna, una civile, è indagata ora per peculato e falso ideologico, oltre ad essere stata sospesa dal servizio.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome