E’ ancora guerra nel Pd, Cominelli: su di me polemiche false e sterili

A far discutere, anche stavolta, è il nome dell'ex deputata Miriam Cominelli, esclusa a sorpresa dalle candidature per Roma nonostante l'indicazione del territorio e ora pronta a candidarsi in città, con la speranza di essere poi promossa ad assessore all'Ambiente

1
Miriam Cominelli
Miriam Cominelli

Nel bresciano il clima bresciano appare rovente. Dopo le polemiche per le candidature alle elezioni politiche e alle regionali, infatti, un nuovo fronte di scontro si è aperto in queste ore per l’elenco dei candidati al consiglio di Palazzo Loggia.

A far discutere, anche stavolta, è il nome dell’ex deputata , esclusa a sorpresa dalle candidature per Roma nonostante l’indicazione del territorio e ora pronta a correre in città.

Secondo quanto riportato dal Corsera, infatti, alcuni esponenti del Pd non avrebbero mancato di sollevare critiche sulla sua candidatura. “Ricordano come non sia della città (è residente a Nuvolera) e parlano di un nome calato dall’alto. E infatti fino ad oggi nessuno ha deciso di correre in ticket con lei”, si legge in un articolo. Un attacco in piena regola, certamente da fuoco amico e – pur in assenza di nomi – riconducibile probabilmente a una delle frange interne rimaste deluse dagli ultimi passaggi elettorali.

Alle accuse, la Cominelli risponde in maniera netta, smentendo le informazioni riportate sulla sua residenza e sulla sua indicazione in una nota inviata oggi ai giornali. Di seguito il testo integrale del comunicato.

COMINELLI (PD): “SU MIA CANDIDATURA STERILI POLEMICHE. MIO UNICO OBIETTIVO VITTORIA PD”

“Con riferimento ad alcuni articoli di stampa riguardanti un possibile “congelamento” della mia disponibilità per le elezioni del Comune di Brescia desidero fare alcune precisazioni. Non corrisponde al vero che la proposta della mia candidatura sia venuta da imprecisati “vertici regionali” del PD, da una mia autocandidatura o dall’area della sinistra riformista ed ambientalista a cui faccio riferimento all’interno del PD.

La proposta mi è stata avanzata, in base a motivate valutazioni politiche ed amministrative, da autorevoli esponenti locali, istituzionali e di partito, ai quali va il mio più sentito ringraziamento.

Inoltre non corrisponde al vero che io abbia posto condizioni con riferimento alla formazione della Giunta, nel modo più assoluto.

Le mie valutazioni hanno infatti sempre riguardato un eventuale impegno in Consiglio, a maggior ragione avendo pienamente condiviso i criteri adottati e più volte resi pubblici dal PD cittadino e dal Sindaco Del Bono.

Preciso inoltre che sono originaria di Nuvolera, ma che da anni ho la residenza in città nel quartiere di S. Faustino e che sono iscritta al Circolo di Urago Mella.

Su altre valutazioni presenti in vari articoli, per quanto le abbia lette con una certa amarezza, non intendo replicare perché sono più che altro finalizzate ad alimentare polemiche personali alle quali non intendo prestarmi, soprattutto pensando alla importanza fondamentale che assume la vittoria del PD e del centro sinistra a Brescia”, è quanto afferma Miriam Cominelli, a proposito della sua candidatura alle prossime comunali.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. La poltronite politica ha ha una particolare virulenza con tendenza a cronicizzare, come la Cominelli ci conferma, senza che si debba aggiungere altri commenti.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome