Montichiari, reintegrati gli operai-facchini: erano autorizzati dal Comune

Sono stati reintegrati e completamente scagionati dalle accuse i tre dipendenti del Comune di Montichiari sospesi dal lavoro e finiti nel registro degli indagati con l'accusa di aver timbrato il cartellino per poi dedicarsi ad altre attività

0
Palagiustizia di Brescia
Palagiustizia di Brescia

Sono stati reintegrati e completamente scagionati dalle accuse i tre dipendenti del Comune di Montichiari sospesi dal lavoro e finiti nel registro degli indagati (per truffa, falsa attestazione e peculato) con l’accusa di aver timbrato il cartellino per poi dedicarsi ad altre attività, tra cui lo scarico di un camion delle compagnie teatrali del Palazzo Bonoris.

I tre, infatti, hanno dimostrato di essere stati autorizzati da un dirigente esibendo anche una mail a prova: un documento che cozza con quanto raccolto dalla pubblica accusa, secondo cui nessuno aveva esplicitato di aver concesso il nulla osta. Ma la prova c’è. E il Gip l’ha ritenuta sufficiente a far cadere il dolo e tutte le accuse.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome