Giallo di Marcheno: a Chi l’ha visto emergono due novità

La ripresa delle indagini da parte della Procura di Brescia ha riaperto il caso, ma gli indagati al momento sono ancora i nipoti dell'imprenditore scomparso, Alex e Giacomo Bozzoli, e i due operai Aboagye Akwasi e Oscar Maggi

0
Mario Bozzoli
Mario Bozzoli e la fonderia in cui è scomparso

Torna sugli schermi televisivi nazionali il giallo di Marcheno.

Nella puntata di “Chi l’ha visto” andata in onda ieri sera sono emerse alcune novità che riguardano la scomparsa di Mario Bozzoli, l’imprenditore della Valtrompia di cui si sono perse le tracce nell’ottobre del 2015.

L’attenzione è infatti adesso puntata su due dettagli che fino ad oggi non erano stati considerati: una felpa, quella che indossava spesso, e una poltrona.

Secondo quanto raccontato da Mina Ghirardini, la sorella dell’operaio trovato morto pochi giorni dopo la scomparsa del datore di lavoro, Bozzoli indossava proprio quella felpa la sera della scomparsa. La felpa sembrerebbe essere la stessa poi ritrovata a gennaio 2017 nell’ufficio di Adelio Bozzoli, fratello di Mario.

La poltrona su cui invece Mario riposava spesso pare essere sparita. Stando a quanto emerso durante la puntata di “Chi l’ha visto”, la poltrona potrebbe essere stata distrutta.

La ripresa delle indagini da parte della Procura di Brescia ha riaperto il caso, ma gli indagati al momento sono ancora i nipoti dell’imprenditore scomparso, Alex e Giacomo Bozzoli, e i due operai Aboagye Akwasi e Oscar Maggi.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome