Skin, al MoCa una mostra tra pelle e psiche | MOSTRAMI UNA MOSTRA / 52

1
La mostra Skin al Mo.Ca. di Brescia, foto di Enrica Recalcati per BsNews.it
La mostra Skin al Mo.Ca. di Brescia, foto di Enrica Recalcati per BsNews.it
Enrica Recalcati, opinionista di BsNews.it
La scrittrice , opinionista di BsNews.it

di Enrica Recalcati – Una mostra fotografica ospitata al Mo.Ca che consiglio di vedere per la valenza sociale e umana e i molteplici significati che trasmette.

Il progetto ha coinvolto alcuni ospiti delle comunità riabilitative psichiatriche dell’IRCCS-Centro San Giovanni di Dio Fatebenefratelli che, con la supervisione di Guido Uggeri e Chiara, fotografa professionista, dotati di macchine fotografiche e creatività, hanno colto “segni” particolari lasciati in città dal tempo. L’iniziativa nasce in collaborazione con l’associazione “Il sasso nello stagno”, da anni impegnata ad organizzare eventi artistico-culturali volti a sensibilizzare la cittadinanza sul tema della salute mentale.

Le opere esposte sono frutto di un lungo lavoro reso possibile grazie all’aiuto delle amiche di “Tutte in rete” e con il Patrocinio di IRCCS Centro San Giovanni di Dio-FBF, Comune di Brescia, Fondazione Sipec, Ariele Psicoterapia, I compagni di Jago, Gusmeri Fine Art. Attraverso le immagini fotografiche e i lavori in carta riciclata si partecipa ad un percorso finalizzato alla scoperta della propria sensibilità per mezzo dello sguardo, dove la “visione del corpo” appare in armonia col proprio sentire. In cammino per strade che sono luoghi del sentire, percependo i segni del passato come irregolari testimonianze di vita.

La mostra Skin al Mo.Ca. di Brescia, foto di Enrica Recalcati per BsNews.it
La mostra Skin al Mo.Ca. di Brescia, foto di Enrica Recalcati per BsNews.it

Un linguaggio universale che denota una grande capacità d’ascolto da parte degli artisti e un estremo desiderio di comunicazione. Lo dicono i commenti dei protagonisti: “Avrei potuto essere un paio di ruvidi artigli che corrono sul fondo di mari silenziosi”… C’è un tatto degli occhi che tiene memoria di quanto già rilevato dalla pelle : nella ferita incisa sull’ asfalto da estremità piantate con forza; nel potere evocativo di un muro scheggiato; nel ferro perforato da un proiettile: possono dare contenuto e forse ordine alle nostre percezioni “sdraiate sul pavimento, qui fra te e me”…

Mi guardo attorno e percepisco il fermento, sento quanto sia importante e mai tramontato il principio sociale di partecipazione. I lavori commuovono e ci tengono per mano in un percorso espositivo che fa bene al cuore.

LA SCHEDA

Skin – Mo.Ca – Via Moretto, 78

dal 21 aprile al 6 maggio 2018

dalle 10 alle 18 – da martedì a domenica

ingresso libero

LEGGI LA PUNTATA PRECEDENTE DELLA RUBRICA

L’Italianissima mostra del MuSa di Salò | MOSTRAMI UNA MOSTRA / 51

GUARDA LA FOTOGALLERY DELLA MOSTRA

Comments

comments

1 COMMENT

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome