Francesca Villani: riconferma in casa Millenium per l’A1

C'è il rinnovo della bomber toscana fra le schiacciatrici del Millenium. E. Catania: «Francesca è preziosa per noi, vogliamo essere la sua seconda casa»

0
Francesca Villani, Savallese - Foto ufficio Stampa
Francesca Villani, Savallese - Foto ufficio Stampa

La Millenium Brescia 2018-19, in vista del prossimo campionato di A1 sta prendendo forma. Dopo coach Enrico Mazzola e Tiziana veglia, in casa Millenium arriva un’altra gradita conferma: Francesca Villani.

Nata a Prato, il 30 maggio 1995, la schiacciatrice toscana, alta 187 centimetri, proseguirà l’avventura con la Millenium Brescia, la società che ha riportato la serie A all’ombra del Cidneo dopo 41 anni d’assenza. Arrivata nel maggio 2017 all’inizio del mercato estivo da Olbia, Villani si è distinta subito per impegno, caparbietà e voglia di migliorare.

Francesca, diventata ben presto un idolo per il pubblico del PalaGeorge di Montichiari, nella prima sua stagione in maglia Millenium ha realizzato 495 punti, tra cui 11 ace e 46 muri, in 31 gare ufficiali, diventando la miglior realizzatrice della squadra di Mazzola e Zanelli. Durante la stagione passata Villani ha oltrepassato i 1000 punti in carriera ma, di tutti questi, nel cuore degli appassionati bresciani resterà quello il match point realizzato della gara vinta su Ravenna per 3-1, punto che ha sancito la storica promozione in A1 della Millenium.

La carriera di Villani ha preso il via all’Etruria Firenze. Una stagione al Valdarno, una nel Casciavola (B1, 2011-12) e poi una stagione al Casal De Pazzi Volleyrò. L’anno successivo Francesca è ritornata nella nativa Toscana dove con l’Azzurra San Casciano (ora Il Bisonte Firenze) ha conquistato la promozione in A1. Due stagioni a Filottrano in A2 (dal 2014 al 2016) e una all’Entu Olbia, prima dell’arrivo a Brescia, dove si è ritagliata il soprannome di “bazooka” per via dei suoi diagonali potenti.

«Francesca si è calata nel nostro ambiente in maniera esemplare – commenta il GM bresciano Emanuele Catania – c’è stata fiducia e stima reciproca e risultati si sono visti. La sua crescita e il contributo che ha dato alla squadra è sotto gli occhi di tutti e per questo siamo estremamente contenti che resti con noi, anche perché non le sono mancate di certo proposte interessanti dopo un’annata a questo livello. Il rapporto con lei durerà un’altra annata, e siamo certi che il suo apporto continuerà ad essere molto importante».

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome