Rovato, terremoto in casa Lega: Archetti espulsa dal partito

Nuovo terrmoto nella politica rovatese. La Lega locale, infatti, ha comunicato ufficialmente che via Bellerio ha deciso di espellere dal partito l'ex assessore Marianna Archetti

1
Marianna Archetti con Matteo Salvini
Marianna Archetti con Matteo Salvini

Nuovo terremoto nella politica rovatese. La locale, infatti, ha comunicato ufficialmente che via Bellerio ha deciso di espellere dal partito l’ex assessore , anche se l’interessata avrebbe dichiarato a un sito locale di essersi dimessa prima della decisione.

La Archetti era stata assessore durante la giunta leghista guidata da Roberta Martinelli (poi caduta) e successivamente con quella dell’attuale sindaco . Nel 2016, però, il primo cittadino le aveva ritirato le deleghe anche sulla base dell’accusa, lanciata da un sito web, di essere lei l’animatrice di un profilo Facebook che attaccava alcuni esponenti della maggioranza e in particolare il vicesindaco (un caso non ancora del tutto chiarito). Stessa sorte era toccata poco dopo a Tanja Tirelli, vicina alla Archetti, a cui Belotti aveva ritirato le deleghe al Bilancio. Ne erano seguite accuse incrociate e denunce.

Un caso che aveva avvelenato il clima rovatese, che proprio in quel periodo era stata scossa da alcuni volantini anonimi che denunciavano come diversi assessori della maggioranza leghista avessero debiti col Comune (sulla vicenda era intervenuto anche il prefetto).

Ora la nuova svolta, e – in attesa di sapere che ne sarà dei due consiglieri comunali ribelli vicini alla Archetti – è facile immaginare che non mancheranno nuovamente i colpi di scena.

“Ci sono stati degli accadimenti, che mi hanno spinta a dimettermi. – ha commentato la Archetti in una nota – Ho interloquito con il partito spiegando la situazione rovatese. Purtroppo non sono stata ascoltata. Per questo motivo, dopo aver evidenziato fatti che ho riportato alla Procura di Brescia, mi sono dimessa. Anche Tanja Tirelli ex assessore aveva posto in essere azioni legali , ma nemmeno queste hanno scosso la situazione. I voti nazionali del partito guardano a Salvini che ovviamente non ha occhi e orecchie per tutto il territorio dove si affida ai suoi rappresentati locali, i voti son numeri, ma le persone non sono cose”.

Comments

comments

1 COMMENT

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome