Rapinarono e legarono donna in casa, si aprono le porte del carcere per i colpevoli

Si è conclusa la vicenda giudiziaria iniziata nel dicembre del 2015, quando due uomini fecero irruzione in un'abitazione bresciana e legarono la proprietaria per impadronirsi dei suoi averi. Il bottino fu di circa 80mila euro, tra denaro e preziosi

0
L'interno di un carcere
L'interno di un carcere

Si è conclusa la vicenda giudiziaria iniziata nel dicembre del 2015, quando due uomini fecero irruzione in un’abitazione bresciana e legarono la proprietaria per impadronirsi dei suoi averi. Il bottino fu di circa 80mila euro, tra denaro e preziosi. Ma i due malviventi furono presto rintracciati dalle forze dell’ordine. A processo, infatti, sono finiti due piacentini – di 29 e 30 anni – condannato per rapina pluriaggravata in concorso.

I due, ai domiciliari, si sono visti rigettare dai giudici il ricorso in Cassazione. La condanna emessa dalla Corte di Appello di Brescia ha reso così effettiva la pena. I malviventi sono stati trasferiti al carcere di Novate: dovranno scontare una pena di 4 anni, e di 3 anni e sei mesi.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome