Cotonella rinasce dalle ceneri e riapre lo stabilimento di Sonico

L’evento ufficiale di inaugurazione voluto dalla famiglia Zannier per ringraziare dipendenti, autorità e territorio per l’impegno e la solidarietà

0
L'inaugurazione dello stabilimen to Cotonella di Sonico, in Valcamonica
L'inaugurazione dello stabilimen to Cotonella di Sonico, in Valcamonica

Si è svolta sabato mattina la cerimonia ufficiale di inaugurazione del nuovo edificio di Cotonella a Sonico. L’azienda, distrutta da un incendio la sera del 30 novembre 2016 è tornata pienamente operativa nella sua sede storica lungo la statale 42. Una struttura completamente ampliata e rinnovata, realizzata con componenti in legno e una enorme vetrata, perfettamente integrata nell’ambiente che la circonda con una copertura a 8 falde lignee, sorrette da 11 scenografici portali in legno lamellare che riprende l’immagine tradizionale degli edifici montani.

Il trasloco di tutti gli uffici e dei laboratori è già avvenuto da qualche settimana, ma l’intera famiglia Zannier, Maurizio, il fondatore, insieme alla moglie Donatella e i figli Silvia e Marco, hanno voluto questo evento per celebrare ufficialmente la ripartenza, insieme ai dipendenti e a tutti coloro che si sono attivati in qualsiasi modo per la rinascita. Subito dopo l’incendio, infatti, tutti i dipendenti si sono trasferiti nel deposito logistico di Malonno adattandolo con tavoli forniti dalla Pro loco e pareti di compensato per dividere gli spazi. Ed il lavoro non si è mai fermato.

“Non abbiamo perso neanche un’ora di lavoro, non abbiamo fatto ricorso alla cassa integrazione, – sottolinea Marco Zannier figlio del fondatore – non solo siamo riusciti a non licenziare nessuno. ma abbiamo addirittura inserito nuovo personale in azienda, ed il fatturato 2017 è cresciuto del 6%. Certo è stata dura, ma ci siamo saputi adattare alla situazione e siamo contenti di essere riusciti a ricostruire la nostra “casa”. Tutti, in paese, ci hanno dato una mano: una solidarietà commovente che mi ha davvero colpito, ed è ancora più bello essere qui oggi, dopo poco più di un anno, per festeggiare tutti insieme la nostra rinascita”

Il programma della giornata ha previsto i saluti di benvenuto alla autorità presenti e la consegna dei riconoscimenti ai Comuni di Sonico e Edolo, Protezione Civile di Sonico, Vigili del fuoco dei vari Distaccamenti nonché ai Carabinieri di Edolo.

E’ seguito il taglio del nastro, la benedizione dello stabile impartita da Don Bruno Colosio parroco di Sonico e Don Giacomo Zani parroco di Edolo e la visita allo stabile e un momento di festa per tutti gli invitati.

COTONELLA S.p.A., nasce nel 1972 a Edolo, in provincia di Brescia, come piccolo laboratorio addetto alla lavorazione di intimo conto terzi. La sua crescita negli anni è stata graduale e continua grazie a un insieme di fattori, dalle scelte che hanno consolidato la notorietà del brand: la qualità, alla quale l’azienda non ha mai rinunciato, e una costante politica di investimenti che ne hanno favorito lo sviluppo. Cotonella è oggi leader in Italia nell’underwear di qualità, è distribuita in tutti i circuiti commerciali essendo la produzione caratterizzata da un target trasversale per profondità di gamma e di prezzo, con collezioni e packaging mirati e personalizzati per canale.

L’azienda conta attualmente 90 collaboratori, la capacità produttiva annuale si aggira intorno ai 16 milioni di pezzi e comprende tutte le tipologie di articoli sviluppate, (underwear, corsetteria, maglieria e pigiami). Il fatturato 2017 è stato di 27 milioni di Euro.

L'inaugurazione dello stabilimen to Cotonella di Sonico, in Valcamonica
L’inaugurazione dello stabilimen to Cotonella di Sonico, in Valcamonica

 

 

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome