Basket, miracolo Germani Brescia: è semifinale scudetto

er la prima volta nella storia del basket bresciano, la squadra biancoblu centra questo prestigioso traguardo, scrivendo una nuova pagina di una storia che sembra non voler finire mai

1
Playoff, la Germani Basket è in semifinale
Playoff, la Germani Basket è in semifinale

Tenera è la notte di Varese per i tifosi della Leonessa, che possono vantare con orgoglio lo strepitoso traguardo raggiunto dalla loro squadra del cuore: le semifinali . Per la prima volta nella storia del basket bresciano, la squadra biancoblu centra questo prestigioso traguardo, scrivendo una nuova pagina di una storia che sembra non voler finire mai. È il 69-64 maturato sul campo dell’Openjobmetis Varese a portare la Germani tra le prime quattro squadre del campionato: una prova di forza da parte del quintetto di Andrea Diana, che dopo un primo tempo dominato dalla tensione (26-23 per i padroni di casa) sprofonda fino a -19 (50-31) al 26′, facendo presagire la necessità di ricorrere a Gara 4 per venire a capo della serie dei quarti di finale.

Mai dare per morta la Leonessa, così come dimostrato in tante altre circostanze nel corso della stagione. Come l’araba fenice, infatti, Brescia risorge dalle proprie ceneri e canestro dopo canestro, difesa dopo difesa, ricuce il gap con gli avversari, riavvicinandoli nel punteggio a fine terzo quarto (50-43), sorpassandoli nel corso dell’ultima frazione e sfiorando la vittoria a ridosso di un 40′ in cui succede tutto e il contrario di tutto.

A un passo dal traguardo, infatti, la Germani subisce il tocco beffardo di Cain, che porta le squadre a un supplementare nel quale molti non credevano più. Oltre che per la caparbia, Brescia quest’anno ha fatto vedere di avere nervi d’acciaio e attributi di granito: e così la vittoria viene solo rimandata di 5′, quelli dell’overtime, chiuso da una coppia di tiri liberi di Brian Sacchetti, che banchetta in una tavola apparecchiata da Moore (17 punti), Cotton (15), Michele Vitali (14) e, più in generale, da tutti i giocatori biancoblu.

Il passaggio del turno, giustamente festeggiato dai giocatori e dalla dirigenza negli spogliatoi, dai tifosi presenti al PalA2A (che peraltro non hanno mai smesso di cantare, alzando il loro volume proprio nel momento di massima difficoltà della squadra!) e, più in generale, da tutti i supporters biancoblu, proietta la Leonessa nelle semifinali scudetto, da disputare nientemeno che contro l’Olimpia Milano (3-0 a Cantù) , in una riedizione di duelli di un ricco passato. Un altro derby, una serie affascinante che prenderà il via giovedì 24 maggio al Forum di Assago, teatro delle prime due gare (la seconda sarà sabato 26). Il 28 maggio, poi, il teatro della contesa sarà il PalaGeorge di Montichiari, dove la squadra attende l’abbraccio del proprio pubblico, quello a cui stasera ha regalato una soddisfazione che, per intensità e dolcezza, ha davvero pochi eguali.

ANDREA DIANA – “Complimenti sinceri a Varese per il campionato che ha fatto e per tutta la serie, in cui ci ha messo in grande difficoltà. Abbiamo dovuto combattere con tutte le armi a disposizione per avere la meglio su di loro. Questa sera i miei ragazzi hanno fatto davvero un’impresa: rimontare 19 punti in questo campo è sicuramente un segnale forte da un gruppo di uomini che non si danno mai per vinti e che riescono a trovare sempre le energie che hanno dentro di loro.

La semifinale scudetto è un premio al grande lavoro che stiamo facendo da agosto. Abbiamo sempre la forza e la voglia di combattere e soprattutto e, quando la sfida si fa dura, riusciamo sempre a tirare fuori il meglio di noi. Ho degli uomini veri nel mio staff e nel roster dei giocatori, la società ha una passione che ci trasmette quotidianamente e abbiamo un pubblico fantastico, che anche stasera è arrivato in massa a Varese e ci ha sostenuto fino alla fine. È un’intera città che sta sognando e noi vogliamo continuare su questa strada, cercando di preparare nel migliore la sfida contro una delle top del campionato”.

OPENJOBMETIS VARESE- 64-69 (8-14, 26-23, 50-43, 60-60)
Openjobmetis Varese: Avramovic 24 (6/9, 3/10), Bergamaschi ne, Natali (0/2 da tre), Vene 8 (0/7, 2/4), Okoye 8 (3/8, 0/4), Tambone 9 (3/5 da tre), Cain 12 (5/7), Delas (0/1 da tre), Ivanaj ne, Ferrero (0/1 da tre), Dimsa (0/1 da tre), Larsen 3 (0/2, 1/6). All: Caja
Germani Basket Brescia: Moore 17 (5/8, 2/5), Mastellari ne, L. Vitali (0/2, 0/3), Landry 7 (2/5, 1/6), Ortner 6 (3/6), Cotton 15 (5/9, 0/5), Fall, Traini ne, M. Vitali 14 (1/6, 3/10), Moss 3 (0/1, 1/3), Sacchetti 7 (2/4, 0/2). All: Diana
Arbitri: Sabetta, Biggi e Aronne
Note: Tiri da 2: Varese 14/33 (42%), Brescia 18/41 (44%) – Tiri da 3: Varese 9/34 (26%), Brescia 7/34 (21%) – Tiri liberi: Varese 9/11 (82%), Brescia 12/16 (75%) – Rimbalzi: Varese 44 (34 RD, 10 RO), Brescia 51 (33 RD, 18 RO)

Comments

comments

1 COMMENT

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome