Mille Miglia, borseggiatore tunisino in azione: arrestato ed espulso

Il tunisno, pluripregiudicato, con diniego del permesso di soggiorno, è stato arrestato e ha patteggiato la condanna ad un anno di reclusione e 300 euro di multa. L’Autorità Giudiziaria, inoltre, ha concesso il nulla osta all’espulsione

0
Volante Polizia
Volante Polizia

Un borseggiatore è stato arrestato dalla mentre si aggirava furtivamente tra le strade del centro, gremite di gente per la .

Le manette sono scattate intorno alle 14 di ieri, quando un agente di polizia libero dal servizio ha notato un uomo, già noto alle forze dell’ordine, aggirarsi furtivamente tra i tavolini di un bar di via delle Battaglie. Il poliziotto, dopo aver avvisato i colleghi, ha seguito il malvivente fino a piazzale Arnaldo, dove questo ha continuato ad aggirarsi in maniera sospetta tra la folla accorsa per salutare la Mille Miglia alla ricerca di potenziali vittime. Nel frattempo una volante ha raggiunto l’uomo, un tunisino di 42 anni, che di trovava in compagnia di un connazionale 33enne.

Il 42enne aveva con se un porta assegni di pelle firmato con 7 assegni e una somma di 140 euro in contanti di cui si è dichiarato proprietario. Ma a un controllo è risultato che gli assegni erano di un italiano 59enne, derubato poco prima proprio in via Battaglie. Inoltre dalle telecamere di sicurezza è emersa l’esatta dinamica del furto.

Il tunisno, pluripregiudicato, con diniego del permesso di soggiorno, è stato arrestato e ha patteggiato la condanna ad un anno di reclusione e 300 euro di multa. L’Autorità Giudiziaria, inoltre, ha concesso il nulla osta all’espulsione.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome