Ghedi, i “vicini da incubo” pronti a firmare la pace

Dalla strada delle polemiche, infatti, potrebbe sparire la famigerata catenella. In cambio i vicini ritireranno tutte le denunce. L'accordo dovrebbe essere firmato entro il 7 giugno. Nella speranza che poi non ci siano nuovi sviluppi

0
Un frame del servizio andato in onda su Italia 1
Un frame del servizio andato in onda su Italia 1

Potrebbe essere arrivata a una soluzione il caso dei cosiddetti “vicini da incubo” di Ghedi, sollevato da un servizio della nota trasmissione televisiva Le Iene. Un’intera famiglia, infatti, è accusata di offese e angherie di ogni genere nei confronti dei vicini, che devono attraversare un brevissimo tratto di strada privata per accedere alle proprie abitazioni.

La famiglia – oggetto di diverse denunce – è stata ammonita dal questore per stalking (un provvedimento che in caso di reiterazione dei comportamenti fa scattare l’arresto) e nel frattempo il caso di è spostato sul versante giudiziario. Ma davanti al giudice, ieri, le parti avrebbero annunciato di aver trovato un accordo grazie alla mediazione dell’amministrazione comunale guidata da Lorenzo Borzi.

Dalla strada delle polemiche, infatti, potrebbe sparire la famigerata catenella. In cambio i vicini ritireranno tutte le denunce. L’accordo dovrebbe essere firmato entro il 7 giugno. Nella speranza che poi non ci siano nuovi sviluppi.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome