Rapine violente in metro: arrestato 20enne straniero, è recidivo

Il presunto autore dei colpi è un giovane del Burkina Faso, ben noto alle forze dell'ordine. Nel 2015, quando aveva solo 17 anni, era stato arrestato e condannato a dieci mesi di carcere minorile per episodi simili

0
Pugno
Pugno

Un 20enne è stato arrestato dalla Polizia locale di Brescia con l’accusa di essere uno degli autori delle rapine violente che si sono consumate nelle scorse settimane nelle vicinanze delle stazioni della metropolitana di Brescia.

I colpi hanno preso di mira giovanissimi e anziani, con strappi di catenine soprattutto, e i rapinatori – forse più di due – non hanno esitato a far uso di calci e pugni quando si sono trovati in difficoltà. Numerose le vitime, tanto che qualcuno aveva anche ipotizzato la presenza di una baby gang dedita a questo tipo di furti.

Ora uno dei malviventi, almeno secondo gli investigatori, ha un nome. Si tratta di un giovane del Burkina Faso, ben noto alle forze dell’ordine. Nel 2015, infatti, quando aveva solo 17 anni,  era stato arrestato e condannato a dieci mesi di carcere minorile per episodi simili.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome