Appello di Girelli: il Pd si liberi di chi non gli vuole bene

Il consigliere regionale del Partito democratico, con un post su Facebook, interviene sul difficile stato del partito e lancia un appello

1
Gian Antonio Girelli, Pd
Gian Antonio Girelli, Pd

“Un consiglio al mio mi sento di darlo. Liberati di chi non ti vuol bene”. A dirlo è il consigliere regionale del , che con un post su Facebook (queste le parole d’inizio) interviene sul difficile stato del partito.

“Parla di più con i cittadini e i tuoi amministratori locali – aggiunge Girelli rivolgendosi direttamente al Pd come se fosse un’entità viva – e meno con i presunti dirigenti, spesso autoreferenziali e messi alla prova incapaci di raccogliere consenso. Infine parla dei problemi dei cittadini, degli sforzi che abbiamo fatto e delle idee che abbiamo in testa. Nei prossimi mesi”, conclude il consigliere regionale, “altri dovranno dimostrare la loro capacità di Governo, noi la nostra di essere alternativi e meritevoli di tornare a guidare il nostro Paese”.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Appello sincero da chi si è fatto comunque la gavetta, come Girelli. Certo che gii sforzi fatti e le idee che hanno in testa ,i piddini devono trasferirli all’elettorato, visto che dopo le mazzate regionali in Molise e Friuli oggi è arrivata pure quella della Valle d’Aosta, dove il PD non farà parte del Consiglio Regionale con un misero 4,5% di voti. Nemmeno l’adunata nazionale del partito, che nel 2014 aveva il 40% dei consensi, ha mostrato segnali tangibili di cambiamento o significative inversioni di rotta. Il tempo passa inesorabile e sembra quasi che la sindrome del “cupio dissolvi” sia l’unica cosa evidente.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome