Olimpiadi della Scienza, Italia seconda col Leonardo di Brescia

Alla finale europea delle Olimpiadi delle Discipline Scientifiche - EUSO in Slovenia, sale sul secondo gradino del podio il team con tre studenti del liceo cittadino, polo d’eccellenza fresco anche dei primati alle Olimpiadi della Matematica di Cesenatico

0
Studenti del Leonardo alle premiazioni, foto ufficio stampa
Studenti del Leonardo alle premiazioni, foto ufficio stampa

Un nuovo motivo di orgoglio per il liceo scientifico “Leonardo” di Brescia. Si è conclusa nella sede del Festival di Ljubljana in Slovenia la 16ª edizione delle Olimpiadi Europee delle Scienze (European Union Science Olympiad, EUSO) a cui hanno preso parte le rappresentanze di 25 Paesi membri, tra cui l’Italia, che ha conseguito una medaglia d’argento con il Team B costituito da tre del di Brescia – Francesco Hrobat, Giulio Segalini e Symon SM, accompagnati dal prof. Paolo Mazzoldi, (mentore di Biologia) – ed una di bronzo con il Team A del liceo “Copernico” di Udine.

EUSO è una competizione a squadre per studenti delle scuole secondarie europee che siano al massimo nel 17° anno di età e che, secondo il fondatore, Dr. Michael A. Cotter, offrono la possibilità di far sbocciare nuove amicizie, ma anche di confrontarsi e scambiare informazioni con ragazzi provenienti da tutta Europa (infatti durante il loro svolgimento non vi sono solamente competizioni, ma anche attività di gruppo e visite alla località ospitante). Ogni nazione partecipante può inviare due squadre composte da tre studenti meritevoli in grado di intraprendere sfide in ambito intellettuale e di lavoro in team. L’Italia seleziona le sue squadre cominciando a costituire i team con gli studenti meglio piazzati nella gara “Anacleto, primi passi nella Fisica”, che si svolge ad aprile-maggio dell’anno scolastico precedente; a novembre, i team svolgono una gara d’Istituto su temi proposti comunque a livello nazionale; avviene poi uno spareggio tra squadre del medesimo polo a fine gennaio; infine una gara nazionale tra 12-15 squadre provenienti da altrettante province, che si tiene a febbraio presso il dipartimento di Biologia dell’Università di Padova. I primi 2 gruppi formano i 2 team che rappresentano l’Italia alla competizione europea

La gara europea presenta prove di laboratorio applicate alla vita di tutti i giorni che intrecciano ogni reparto scientifico, dalla chimica alla biologia, dalle scienze naturali alla fisica, relazionate fra loro. Durante lo svolgimento, i componenti di ogni squadra cooperano tra di loro, organizzando tempi e procedure da seguire (http://www.euso.it/; https://www.euso2018.si/home/

L’argento conquistato nell’EUSO non rappresenta l’unica eccellenza per il liceo “Leonardo”, che domenica scorsa, 6 Maggio, ha ottenuto nuovi primati nella kermesse conclusiva delle Olimpiadi della Matematica 2018 di Cesenatico. Dei 200mila iscritti alla prima selezione scolastica di novembre 2017, solo 300 hanno avuto l’accesso alla finale nazionale. Tutti i quattro studenti finalisti del Liceo Leonardo hanno concluso la prova individuale finale ottenendo una medaglia: Hrobat Francesco (classe terza) e Violini Alessandro (classe quinta) medaglia di BRONZO; Gallina Giacomo (classe quarta) e Ghilardi Andrea (classe quinta) medaglia d’ARGENTO.

Sabato 5 Maggio si sono svolte anche le due finali della Gara a Squadre, 19ª edizione, e della Gara a Squadre Femminile, novità del 2018. Nella prima, che ha comportato una durissima selezione, i campioni uscenti dell’istituto hanno concluso ai piedi del podio (4° posto assoluto), consolidando la fama di essere una delle migliori squadre d’Italia; nella seconda, le ragazze si sono piazzate onorevolmente al 14° posto.

Soddisfatti, naturalmente, i docenti referenti e il dirigente del Liceo “Leonardo”, prof. Massimo Cosentino: “Altri risultati eccezionali raggiunti dai ragazzi della nostra scuola nelle manifestazioni a carattere matematico-scientifico. – commenta il dirigente -. Guardiamo ora, e con i migliori auspici, ai nuovi obiettivi”.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome