Propaganda elettorale sui siti istituzionali, Agcom bacchetta Del Bono

Secondo l'autorità garante il sito Bresciainchiaro.it ha una chiara finalità propagandistica e per questo la Loggia dovrà pubblicare un avviso per tutti gli utenti

2
Sindaco Emilio Del Bono
Il sindaco di Brescia Emilio Del Bono

La propaganda elettorale fatta sui siti istituzionali non è lecita. L’Agcom, autorità garante per le comunicazioni, ha giudicato così i contenuti del sito bresciainchiaro.it, promosso dall’amministrazione comunale per informare i cittadini su quanto fatto per Brescia, sottolineando che si tratta di un’iniziativa “di chiara valenza propagandistica enfatica delle iniziative del Comune di Brescia”.

Per questo l’autorità, con una delibera del 31 maggio, ha anche condannato il Comune di Brescia “a pubblicare sul proprio sito istituzionale entro tre giorni dalla notifica e per la durata di 15 giorni un messaggio che indichi la non rispondenza a quanto previsto dall’art 9 legge 28/2000”.

A sollevare il caso era stato il centrodestra bresciano, che – secondo quanto informano le agenzie di stampa – ha evidenziato come il sito realizzato dalla bergamasca Twig sia costato alle casse dell’ente (e quindi dei cittadini) ben 23mila euro.

Dopo il provvedimento, in via precauzionale, la Loggia ha deciso di togliere dal sito istituzionale del Comune il link di riferimento al sito www.bresciainchiaro.it, che comunque rimane attivo e con il logo del Comune.

Comments

comments

2 Commenti

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome