Elezioni, Vilardi chiude con Salvini: la Cgil all’attacco

Venerdì alle 20.30 arriverà il leader della Lega e neoministro degli Interni,: la Camera del lavoro lo critica duramente per le dichiarazioni sugli immigrati

2
Matteo Salvini a Brescia
Matteo Salvini a Brescia

Venerdì 8 giugno la candidata sindaco del centrodestra chiuderà la sua campagna elettorale con un’iniziativa pubblica in . L’appuntamento si aprirà alle 18 con la festa (con intrattenimento per i più piccoli) per proseguire con la foto con i candidati al consiglio e un aperitivo. Alle 20.30, invece, arriverà il leader della Lega Matteo Salvini, neoministro degli Interni che il 2 giugno aveva dato forfait per gli impegni legati alla formazione del nuovo governo.

Ma sull’arrivo di Salvini a Brescia le polemiche sono già partite. “Nei giorni scorsi – attacca la in una nota –  il neo Ministro dell’Interno ha annunciato che verrà a Brescia “per fare piazza pulita dei clandestini”. Se risulta evidente che Salvini sembra non essere in grado di distinguere tra il ruolo di tribuno capo di partito e quello di ministro, evidente è anche la sua difficoltà nel distinguere tra richiedenti asilo e “clandestini”. A Brescia il fenomeno migratorio è di lunga data, al punto che oramai sono 7-8 mila ogni anno le persone che acquisiscono la cittadinanza. In provincia di Brescia gli sono 160mila, in città 36 mila: davvero il problema sono i richiedenti asilo (poco più di 3mila in tutta la provincia)?”.

“Da un ministro, seppure alle prime armi – incalza la nota del sindacato – ci aspetteremmo di più che non la consueta banalizzazione dei problemi. Brescia, provincia in profonda trasformazione sotto il profilo economico, sociale, demografico e culturale, non ha bisogno di slogan ma di essere sostenuta nel lungo percorso di coesione e di costruzione del bene comune in atto da anni e che inevitabilmente non può non coinvolgere i “nuovi cittadini” che abitano il territorio della città e della provincia. Il cambiamento dei tradizionali connotati sociali va affrontato con intelligenza. La proposizione di “facili” ricette populiste tese alla banalizzazione delle questioni verranno spazzate via – queste sì – dalla realtà dei fatti”.

Comments

comments

2 Commenti

  1. La CGIL ha un dato sul numero di clandestini che gironzolano beatamente a Brescia e Provincia ? Sono costoro che dobbiamo accompagnare nel processo di coesione e integrazione ? Si tratta davvero di nuovi cittadini o di persone semplicemente irregolari sul territorio ? Qui c’è poco da banalizzare le questioni, va ripristinata prima la legalità, poi tutto il resto.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome