Polizia, il Sap lancia l’allarme: a Brescia persi 70 agenti in sette anni

Il sindacato di Polizia Sap fa il punto sulla situazione critica in cui versa la Questura di Brescia: straordinari pagati dopo mesi, divise scarse e pochi agenti

0
Volante Polizia
Volante Polizia

Lanciamo un appello a tutti i candidati sindaco della città di Brescia affinchè si facciano carico delle problematiche, nell’interesse della sicurezza del nostro territorio. A parlare è il sindacato di Sap, guidato da Paolo Faresin, che – con una nota inviata oggi ai giornali –  fa il punto sulla “situazione critica in cui versa la Questura di Brescia”.

I pensionamenti che ci sono stati e quelli che avverranno entro la fine dell’anno, infatti, dovrebbero essere coperti solo al 55 per cento. Numeri che cozzano con la realtà e con il fatto che “per poter aggiungere una nuova volante attiva nelle 24 ore servono almeno 10 agenti”. La situazione, poi, pare in continuo peggioramento.

Dal 2010 al 01.02.2017, infatti, la Questura di Brescia ha perso 71 dipendenti, il
16% della forza totale, con una diminuzione di circa il 39% degli ufficiali. E negli scorsi mesi i pensionamenti/trasferimenti sono stati circa 20 unità. Anche con i 50 nuovi agenti in arrivo nel 2019, dunque, il saldo rimane pesantemente negativo.

“I poliziotti della Questura di Brescia – si legge mettono il massimo impegno per garantire la sicurezza alla brava gente bresciana, nonostante ogni mese la carenza di personale li costringa ad effettuare turni massacranti impiegandoli in straordinario eccedente che puntualmente ogni mese viene tagliato e nella migliore delle ipotesi rinviato il pagamento”. Inoltre tutto il personale della Questura – ed in particolare coloro che effettuano le scorte – sono costretti ad anticipare le spese di missione che, quando va bene, vengono rimborsate dopo circa 8 mesi.

“Il SAP – conclude la nota – ritiene che non si possa continuare in questa direzione; diminuiscono gli uomini, le armi utilizzate sono nella maggior parte prodotte negli anni 80, il vestiario che negli ultimi tempi era carente ora è veramente ridotto al minimo con l’introduzione delle nuove divise”, tanto che “i poliziotti bresciani si vedono costretti ad utilizzare i capi più disparati per adattarli alle esigenze operative.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome