Autostrada A4: nel 2018 la media è di 278mila auto al giorno

Sulla A4 Brescia – Padova si è registrato registrato un traffico complessivo nel primo quadrimestre del 2018 di circa 33,4 milioni di veicoli effettivi

1
L'autostrada A4 Brescia-Padova
L'autostrada A4 Brescia-Padova

I 235 km della Brescia – Padova e della A31 Valdastico, le tratte autostradali di competenza di Holding, hanno registrato un traffico complessivo nel primo quadrimestre del 2018 di circa 35,5 milioni di veicoli effettivi* (dato questo che misura il numero di tutti i mezzi entrati, usciti o transitati in , a prescindere dal quantitativo di chilometri percorsi), di cui 33,4 milioni sulla A4 Brescia- Padova (la media è di 278mila auto al giorno) e circa 9 milioni sulla intera tratta della A31. La percentuale di crescita rispetto allo stesso periodo dello scorso anno è stata del 2,38%, incrementata in particolare dall’aumento del transito dei mezzi pesanti, che da gennaio ad aprile 2018 sono stati più di 8 milioni in totale su entrambe le tratte. Per il mese di maggio sono attesi ulteriori dati in aumento del 2,5% – rispetto al pari rilevamento del 2017 – sull’intera tratta e in particolare del 4% sulla A31 Valdastico, che registra un costante aumento dei transiti.

A4: CANTIERI E INTERVENTI

In A4 e A31 tutti i cantieri verranno di norma sospesi nei fine settimana dei mesi di luglio e agosto (ad eccezione di interventi  urgenti) per il periodo compreso tra il 1 luglio e il 12 settembre 2018, e le attività dei cantieri di pavimentazione stradale saranno effettuate solo sui raccordi esterni e sulle tangenziali in gestione. La stessa sospensione riguarderà i lavori di manutenzione delle pavimentazioni o della segnaletica nelle aree di servizio e sosta. Tutti i fine settimana dal 30 giugno al 19 agosto, oltre a lunedì 30 e martedì 31 luglio e all’ 1 e 15 agosto, saranno da considerarsi da “bollino rosso” sulle autostrade in concessione alla A4 Bs-Pd. Per arginare e risolvere tutte le diverse problematiche sulle tratte nel periodo legato agli esodi estivi sarà ulteriormente potenziata la flotta e il personale di soccorso di A4 Holding: saranno disponibili di norma 20 furgoni degli Ausiliari della Viabilità per un totale di 40 addetti nei diversi turni diurni e notturni, 14 fra veicoli e carrelli dotati di pannello a messaggi variabili per la segnalazione delle code, ulteriori 10 addetti della manutenzione, una officina per il soccorso meccanico leggero posta in prossimità dei caselli autostradali, dislocata mediamente ogni 10 km, e una per il soccorso ai mezzi pesanti, prevista ogni 30 km, che garantiranno l’intervento in tempi rapidi dei carri attrezzi. Il tutto coadiuvato dall’indispensabile prevenzione e intervento delle pattuglie della Polizia Stradale, dei Vigili del Fuoco e del Suem 118, che sugli ospedali di Brescia, Verona e Padova dispone di mezzi per l’elisoccorso. L’intera attività verrà coordinata dal Centro Operativo Viabilità (COV), il cuore nevralgico della gestione della viabilità autostradale nella tratta di competenza e situato nella sede di Verona di A4 Holding. Tutte le informazioni di quanto accadrà lungo le arterie verranno raccolte da apparati di vario tipo (dalle 236 telecamere per il rilevamento automatico degli incidenti ai 29 sensori di traffico, dalle 259 le colonnine SOS – disposte ogni 2 km lungo tutta la tratta sia in A4 sia in A31 – fino ai 24 sistemi di rilevazione meteo) e trasferite in tempo reale agli impianti di monitoraggio e controllo dello stesso COV, dove gli operatori le elaboreranno e interpreteranno, attuando poi le più adeguate procedure di intervento.

ESTATE 2018: IL TRAFFICO PER LAGO E MONTAGNA

Come risaputo nel periodo estivo A4 e A31 sono utilizzate, oltre che per l’attraversamento in direzione e intersezione con le altre autostrade e strade statali, anche per il transito dei turisti diretti al Lago di Garda e sugli altopiani veneti e trentini. I caselli di Sirmione e Desenzano nel bresciano registrano storicamente in questo periodo dell’anno dei forti picchi di traffico specialmente nei fine settimana. Basti pensare che, prendendo proprio in esame i volumi di traffico generati sul casello in uscita di Sirmione, nei week end di luglio e agosto i veicoli leggeri in transitano verso il lago aumentano del 90% rispetto alla media giornaliera annua e i transiti per questo casello nei quattro mesi estivi sono comunque mediamente il 34% in più della media giornaliera annua: nel periodo giugno/settembre nei caselli del lago transita una media di 45 mila autoveicoli al giorno.

Per arginare le oggettive criticità che questi volumi di traffico comportano, i caselli di Sommacampagna, Peschiera, Sirmione, Desenzano e Brescia est verranno potenziati in tutti i fine settimana fino al mese di settembre con personale di esazione in aggiunta rispetto alla norma, pur rilevando una percentuale molto alta (oltre il 60%) di pagamenti che avvengono a mezzo Telepass. Durante l’orario dei potenziamenti ai caselli verranno adottati diversi criteri quali l’apertura di due piste manuali e il funzionamento in modalità di esazione manuale di una/due piste automatiche al casello di Peschiera, l’apertura della pista reversibile con esazione manuale al casello di Sommacampagna e il funzionamento in modalità di esazione manuale di alcune piste automatiche negli altri caselli.

Per quanto attiene la A31 Valdastico in direzione degli altopiani, anche il casello di Piovene Rocchette registra nel periodo estivo un forte aumento del transito dei villeggianti. Il dato rilevato conferma che i veicoli in uscita al casello nei fine settimana di luglio e agosto incrementano mediamente del 140% rispetto alla media giornaliera annua e che i veicoli medi giornalieri in uscita a Piovene Rocchette nei mesi estivi sono mediamente il 46% in più della media giornaliera annua. Perciò anche questo casello verrà, come da prassi consolidata negli anni, potenziato tutti i fine settimana nel periodo estivo, con l’apertura di una o due piste reversibili con esazione manuale in orario compreso fra le ore 8.00 e le ore 14.00.

LE DICHIARAZIONI DEL DIRETTORE BRUNO CHIARI

“Anche per l’estate 2018 – afferma il Direttore Generale di A4 Brescia-Padova Bruno Chiari –  A4 Holding e la concessionaria A4 Brescia-Padova hanno predisposto e perfezionato ulteriormente il piano di interventi per garantire al meglio la funzionalità delle proprie infrastrutture, la fluidità della circolazione e soprattutto la sicurezza per tutti i viaggiatori. Le arterie in nostra concessione sono prevalentemente utilizzate per il transito commerciale e subiscono quindi un decremento significativo del livello di traffico – soprattutto pesante – nel mese di agosto, quando la maggior parte delle aziende chiudono per ferie. È però vero che soprattutto nei fine settimana estivi si registrano da sempre elevate punte di traffico in uscita ai caselli interessati dal flusso turistico diretto sia al Lago di Garda e ai parchi di divertimento che all’Altopiano di Asiago e di Folgaria.  Anche per questo la società ha già programmato un rafforzamento sia degli equipaggi degli Ausiliari della Viabilità, preposti alla gestione della circolazione stradale, sia del personale di esazione, al fine di garantire la maggiore fluidità in fase di pagamento del pedaggio soprattutto in favore dei turisti stranieri. La sinergia e i progetti comuni sviluppati in questi mesi fra A4, Cav e Autovie sono certamente uno strumento in più per permetterci di affrontare un periodo complesso come quello estivo nel modo migliore, più sicuro e più efficiente per i viaggiatori”.

Comments

comments

1 COMMENT

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome