Operai spacciatori nascondono 50 grammi di coca nell’auto dei carabinieri

I due lavoratori di origine albanese, di cui uno pregiudicato, sono stati arrestati con l'accusa di spaccio di stupefacenti

0
Controlli dei carabinieri
Controlli dei carabinieri

Due operai albanesi sono stati arrestati dai di Chiari. Per loro l’accusa è di aver “arrotondato” il magro stipendio della fabbrica dedicandosi allo spaccio di stupefacenti.

La coppia criminale, secondo le prime informazioni, è incappata in un controllo dei militari mentre viaggiava a bordo di una Mercedes nel territorio del Comune di Castrezzato: i due hanno manifestato subito nervosismo e per questo i carabinieri hanno deciso di portarli in caserma per ulteriori controlli.

Ma durante il viaggio uno dei due uomini – un pregiudicato residente a Castrezzato – ha cercato di liberarsi del suo scottante carico nascondendo un involucro con 50 grammi di sotto un sedile della gazzella dei carabinieri. “Peccato” che uno dei militari lo abbia notato e che la sia stata immediatamente recuperata.

Successivamente sono scattate quindi le perquisizioni nei domicili dei due albanesi. Dal controllo non è emersa droga, ma è stato trovato un bilancino di precisione per il confezionamento. In attesa del processo il giudice ha convalidato l’arresto per il pregiudicato.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome