Criminalità organizzata, per combatterla un network istituzionale

Contrasto alla criminalità organizzata, il comune di Brescia sottoscrive un manifesto di impegni insieme alle altre istituzioni

0
La Polizia locale
La Polizia locale

Mercoledì 20 giugno, al Comando della , il ha sottoscritto un Manifesto di impegni per la creazione di un network istituzionale di contrasto alla criminalità organizzata.

Il documento è stato firmato dal comandante della Polizia Locale di Brescia , dal prof. per l’Università degli Studi di Brescia, dal prof. Mario Taccolini per l’Università Cattolica del Sacro Cuore, dal dott. Giuseppe Bonelli, dirigente dell’Ufficio Scolastico provinciale, dal prof. Antonino Giorgi per l’Ordine degli psicologi della Lombardia, da Elia Clemente per la Cgil Camera del lavoro territoriale di Brescia, dal Comitato Antiusura Valletrompia e dal Comitato antimafia Peppino Impastato.

Le azioni in campo

L’iniziativa nasce dalla volontà di proseguire il lavoro cominciato nel 2017 grazie a un finanziamento regionale: il Comune di Brescia, in partnership con la Questura e la , ha messo in campo azioni di sostegno alle vittime di reati di stampo mafioso e del racket della prostituzione.

Sono state effettuate azioni di sensibilizzazione e di formazione sia verso la cittadinanza in generale, sia per imprenditori e artigiani. In collaborazione con la Camera di Commercio sono stati organizzati convegni dedicati ai rischi di infiltrazioni criminali nel tessuto produttivo e all’usura. È stato realizzato inoltre un palinsesto teatrale sul tema dello sfruttamento della prostituzione e sulla mafia che ha riscosso un buon successo ed è stata fatta opera di sensibilizzazione nelle scuole grazie al contributo degli agenti della Polizia Locale.

Il lavoro degli esperti di alcune cooperative selezionate con un appalto ha permesso a quattro giovani prostitute, una delle quali minorenne, di abbandonare la strada e di cominciare una vita migliore. Infine, la Polizia Locale ha sviluppato un’attività investigativa specifica e ha arrestato tre persone dedite allo sfruttamento della prostituzione.

Il manifesto di impegni

Il Manifesto sottoscritto permetterà di non disperdere l’esperienza e le sinergie create nei mesi scorsi, tenendo alta l’attenzione sui fenomeni malavitosi, e consentirà di ampliare la piattaforma a nuove realtà del territorio che intendono dare il loro contributo.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome