Riconquistare la ex? E’ un affare sempre più on line

La riconquista è una missione in cui nel corso della vita si cimentano in molti e sono sempre più le persone che si rivolgono al web per trovare un supporto nella loro impresa

0
Riconquistare la ex o l'ex, on line non mancano le guide
Riconquistare la ex o l'ex, on line non mancano le guide

Riconquistare la ex o l’ex è una missione – spesso impossibile – in cui nel corso della vita si cimentano in molti. E sono sempre più le persone (bresciani compresi) che si rivolgono al web per trovare un supporto nella loro impresa. La soluzione, per molti, è semplicemente quella di interrogare Google. Ma è difficile trovare risposte soddisfacenti in un motore di ricerca. Anche per questo un mercato sempre più fiorente è quello del coaching e delle guide, con esperti di ogni genere che insegnano agli utenti le strategie migliori per rendere possibile il ritorno di fiamma.

Direzione ritorno, la guida per tornare con gli ex

Uno dei manuali più gettonati in rete è Direzione Ritorno di Alessandro Vigini, che è diventato ormai un piccolo fenomeno del settore e che sta raccogliendo sempre più seguaci anche nel Bresciano. Sul sito internet, infatti, è possibile trovare un blog con centinaia di articoli gratuiti sul tema dei ritorni di fiamma. Ma non solo.

Direzione Ritorno è anche una guida stampabile. Inoltre, attorno al dominio, si è creata una piccola comunità on line – l’accesso è ad abbonamento mensile – che permette di ricevere supporto da parte degli esperti e di confrontarsi “con persone che ti capiscono e che condividono con te le loro storie, i loro sbagli e i loro successi”, il tutto “senza annoiare familiari ed amici”. Il sito offre poi lezioni di coaching e supporto personalizzato via telefono, via mail e via Skype, promettendo la “pianificazione della strategia personalizzata” e l’analisi dettagliata dei motivi della rottura”. E sono in molti ad avere scelto di rivolgersi ai servizi di Direzione Ritorno pur di riconquistare l’ex. Come l’anonima “Daniela da Brescia” di cui riportiamo la testimonianza trovata in rete…

Direzione Ritorno, opinioni dal web

Mi chiamo Daniela, vivo a Brescia e, dopo 5 anni di fidanzamento, il mio ragazzo dopo una serie di incomprensioni ha deciso di mettere la parola fine alla nostra relazione. Per me è stata una doccia fredda e, sebbene sia consapevole di avere anche io le mie colpe, ho trovato la sua scelta piuttosto estrema. La cosa che più mi ha ferito è che non ho avuto praticamente occasione di potermi spiegare e, questa cosa, aggiunta alla mia completa mancanza di esperienza nel gestire situazioni similari, ho iniziato a cercare consiglio e guida altrove. Così mi sono imbattuta in Direzione Ritorno e questa è la mia esperienza con questo metodo.

Partiamo dal principio. La mia storia con Davide è sempre stata molto semplice, senza troppe complicazioni. Una storia basata sul rispetto reciproco e sulla voglia di crescere insieme. Gli anni sono passati e, a causa anche delle intromissioni delle famiglie di entrambi nelle nostre dinamiche personali (che si sono andate ad accumulare a preoccupazioni di natura economica e lavorativa) le cose hanno iniziato ad incrinarsi, a non riuscire più a confrontarci senza litigare, a mettere da parte i nostri sogni come coppia ed iniziare a vivere sempre di più lontani, ognuno la propria vita.

L’ultimo litigio è avvenuto per motivazioni futili ma, probabilmente, è stata come la goccia che ha fatto traboccare il vaso e che ha iniziato un effetto domino portando a galla malcontenti passati e situazioni che sembravano essere superate ma, purtroppo, evidentemente non lo erano realmente.

Ho provato e riprovato a riallacciare i rapporti, provando a chiedere almeno eventuali spiegazioni e un’altra opportunità per far funzionare le cose ma lui è praticamente sparito, iniziandomi ad evitare sia per telefono, che sui social ma anche nelle rare volte in cui ci siamo beccati per caso in luoghi che siamo soliti frequentare entrambi nel weekend.

Devo dire che tantissime persone a me care, tra amici e parenti, vedendo il suo atteggiamento e la sua totale diffidenza e indifferenza mi avevano detto di lasciar perdere, che quelli erano segnali chiarissimi che per lui era finita per sempre. Stavo iniziando a crederci anch’io, fino a quando non mi è capitato tra le mani il libro Direzione Ritorno.

Il metodo, sin dalle battute iniziali, mi ha dato una nuova spinta e nuova voglia di rimettermi in gioco e mi ha aiutato tanto soprattutto a voler reagire, a riprendere in mano la mia vita. Lo ammetto. Dopo la rottura e le continue dimostrazioni di distacco da parte di Davide mi ero un po’ scoraggiata e avevo messo in pausa non solo la mia vita sentimentale ma proprio la mia vita in generale!

Ho iniziato a trascurare il lavoro, la casa, la mia stessa persona!

Quando ho iniziato ad avvicinarmi al libro Direzione Ritorno sembrava avessi trovato proprio quello che faceva per me: qualcuno doveva dirmi che, nonostante tutto, nonostante la rottura e nonostante il comportamento assolutamente negativo di Davide, un ritorno era possibile.

Così ho iniziato ad affidarmi al metodo e pian piano, un passo alla volta sono riuscita a riconquistare davvero Davide!

Inizialmente ero molto perplessa, questo lo devo dire, ma poi ogni passaggio del metodo lo trovavo davvero utile, aveva senso e riusciva a farmi vedere tutto in prospettiva, tutto da un’ottica diversa. I passaggi fondamentali del metodo che mi hanno aiutata a riconquistare Davide sono stati in particolare due: il primo lo trovai se non erro proprio agli inizi della mia avventura con Direzione Ritorno e riguardava il fare chiarezza sulle motivazioni della rottura. Questo è stato per me un vero spartiacque perché ho davvero compreso quali erano le mie reali colpe e dove avevamo sbagliato entrambi a prescindere da chi avesse più o meno ragione.

Avendo ben chiaro il quadro della situazione ho trovato più semplice accettare la situazione ed iniziare a lavorare proprio sui miei stessi errori per migliorarmi e prepararmi a ripresentarmi a Davide completamente diversa, cresciuta e consapevole dei propri errori.

Anche la gestione degli incontri per caso mi è servita tantissimo perché, purtroppo o per fortuna, io e Davide finivamo per incappare l’uno nell’altra quasi tutti i weekend generando imbarazzo.

Grazie al metodo ho scoperto come reagire in modo ottimale e come riuscire a non mostrarmi nelle mie debolezze. La cosa che più mi è piaciuta della mia esperienza con Direzione Ritorno è stato il fatto che si è trattato in moltissime parti del metodo di un percorso personale dentro me stessa, un percorso di presa di coscienza e di crescita che mi ha davvero aiutata tanto.

I consigli pratici per situazioni come incontri casuali, gestione dei social ma anche dei vari comportamenti da adottare e del giusto approccio verso di lui ma soprattutto verso me stessa mi hanno fatto adorare Direzione Ritorno.

Una cosa che non mi è piaciuta è stato che il capitolo sui messaggi è un’po’ scarno, ma l’autore ha migliorato pubblicando il manuale SOS SMS.

Però lo ammetto, è stato un percorso, un vero e proprio viaggio di riscoperta di me, di lui, di noi e oggi, con un anello al dito e tanti piani per il nostro futuro insieme, posso davvero riconoscere che ne è valsa la pena!

Concludo nel dire che, personalmente mi sento di consigliare caldamente Direzione Ritorno proprio per il suo approccio positivo e concreto.

Rispetto a tanti altri manuali dedicati alla riconquista questo è stato l’unico a darmi, oltre che degli ottimi consigli, anche una serie di spunti per vivere la mia vita e la mia affettività e le relazioni con gli altri in modo diverso, più saggio e consapevole!

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome