Legge ammazza-web bocciata, ma Morgano ha votato a favore

L'eurodeputato bresciano, ex preside della Cattolica, ha votato favore, mentre l'ex sindaco di Adro Danilo Oscar Lancini (Lega) si è espresso contro

1
Luigi Morgano
Luigi Morgano

La cosiddetta legge ammazza-web, almeno per il momento, è stata fermata. Ma l’eurodeputato bresciano () – già preside dell’Università Cattolica di Brescia e vicesindaco della città – ha votato favore. Mentre l’altro rappresentante bresciano, l’ex sindaco di Adro () si è espresso contro la proposta. E’ quanto emerge dai tabulati nominali delle votazioni avvenuti oggi a Strasburgo.

Il voto di Morgano – per fortuna – non è stato decisivo. Ma si inserisce nel coro di coloro che si sono dichiarati favorevoli a una legge contestatissima che avrebbe rischiato di mettere in pericolo la natura stessa del web. Con lui, purtroppo, anche il giornalista David Sassoli e molti altri autorevoli esponenti del italiano che aderiscono al gruppo europeo S&D.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. […] Di seguito il programma della Festa Provinciale de l’Unità (in corso a Botticino, in via del Marmo, fino al 5 agosto) del prossimo fine settimana. Da segnalare, in particolare, l’intervento di lunedì dell’europarlamentare bresciano del Pd Luigi Morgano, che discuterà con Brando Benifei di “Privacy e copyright nell’era dei colossi digitali”. Morgano, va precisato, è stato tra coloro che hanno votato a favore della cosiddetta legge ammazza-…. […]

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome