Hugo Pratt: 19 tavole, una storia | MOSTRAMI UNA MOSTRA/54

La mostra di Cisano, caratteristica frazione del Comune di San felice del Benaco, sarà aperta fino al 19 agosto: ingresso gratuito

1
Hugo Pratt, 19 tavole, una storia, in mostra a San Felice del Benaco, sul lago di Garda - foto di Enrica Recalcati per BsNews.it
Hugo Pratt, 19 tavole, una storia, in mostra a San Felice del Benaco, sul lago di Garda - foto di Enrica Recalcati per BsNews.it

di – Il borgo di Cisano di San Felice del Benaco è una scoperta eccezionale. Salendo da Portese, il luogo che appare ai nostri occhi ci abbraccia di vera bellezza. L’insediamento di Cisano risale al XVI secolo, ma il borgo è molto più antico, lo si deduce da un documento dell’anno 958 che elenca le proprietà del Monastero di Leno.

La ristrutturazione inizia negli anni ’90 e dura vent’anni, restituendo agli occhi del visitatore un insieme di palazzi e piazzette che meritano ampiamente una visita. In questo contesto, nel bel palazzo della Fondazione Raffaele Cominelli, si può godere una mostra interessante.

Hugo Pratt, 19 tavole, una storia, in mostra a San Felice del Benaco, sul lago di Garda - foto di Enrica Recalcati per BsNews.it
Hugo Pratt, 19 tavole, una storia, in mostra a San Felice del Benaco, sul lago di Garda – foto di Enrica Recalcati per BsNews.it

“Hugo Pratt, 19 tavole, una storia”, dedicata al talento del noto fumettista ideatore di Corto Maltese.

Hugo Pratt nasce a Rimini nel 1927. Per molti anni vive a Venezia, in una famiglia stimolante e cosmopolita. Una vita avventurosa ed emozionante proprio come l’eroe dei suoi fumetti. Muore a Losanna nel 1995.

«Penso che l’avventura sia una componente molto bella della natura umana, ma è necessario saperla vedere, cercare, incontrare. La si può trovare dappertutto se si ha abbastanza fantasia, perché è una cosa di cui l’uomo ha bisogno e che spesso gli viene tolta. L’avventura è cercare qualcosa, che può essere bella o pericolosa, ma che vale la pena di vivere», così interpretava la sua arte e la sua vita, Hugo Pratt.

Nelle 19 tavole, mai esposte al pubblico, Corto Maltese consuma le sue prodezze in Nord America, ambiente insolito per il famoso marinaio. La mostra curata da Rosanna Padrini Dolcini e Federico Sardella espone le tavole di un’opera iniziata nel 1967 e mai conclusa. L’ispirazione nasce da un racconto sceneggiato da Alberto Ongaro e Nino Vascon, pensato per la televisione, ma non realizzato. Nel 1980 le tavole sono pubblicate da Gianni Berti in un volume edito da Visualprint, poi si perdono le tracce e neppure la Cong Sa, società svizzera che possiede i diritti d’autore, riesce a ritrovarle.

Le tavole sono state portate in mostra grazie ai curatori, dopo ricerche accurate in alcuni archivi privati. La storia ambientata nel grande Nord, con le sue schermate mute, senza dialogo, ma acutissime e ricche di significato mimico, libera l’immaginazione del lettore. Un’ambientazione essenziale, dove uomini duri e una donna lieve si muovono al respiro della natura coperta da un mantello interminabile di neve. Forte è la capacità narrativa ed evocativa del fumetto che nell’immaginario di ciascuno di noi trattiene molteplici linguaggi narrativi. Lo sguardo scorre sulle tavole alimentando e stimolando la narrazione.

«Quando ho voglia di rilassarmi leggo un saggio di Engels, se invece desidero impegnarmi leggo Corto Maltese» dichiarava ironicamente Umberto Eco, grande appassionato di Pratt,. mentre Italo Calvino ammetteva quanto la lettura delle immagini senza parole fosse per lui una straordinaria scuola di fabulazione.

Hugo Pratt, 19 tavole, una storia, in mostra a San Felice del Benaco, sul lago di Garda - foto di Enrica Recalcati per BsNews.it
Hugo Pratt, 19 tavole, una storia, in mostra a San Felice del Benaco, sul lago di Garda – foto di Enrica Recalcati per BsNews.it

LA SCHEDA

Hugo Pratt, 19 tavole, una storia

Cisano di San felice del Benaco, aperta fino al 10 agosto

martedì, giovedì, sabato e domenica dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 20

dal 12 al 19 agosto sabato dalle 16 alle 20; ingresso libero

LEGGI LA PUNTATA PRECEDENTE DELLA RUBRICA

Una pinacoteca all’altezza di Brescia | MOSTRAMI UNA MOSTRA/53

GUARDA LA FOTOGALLERY

Comments

comments

1 COMMENT

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome