Feralpisalò, Caracciolo si presenta: sono carico, ringrazio tutti per l’accoglienza

La squadra merita il mio impegno, la mia esperienza e la mia qualità ha detto l'Airone in sede di presentazione

0
Presentazione di Caracciolo alla Feralpisalò - foto e diritti di Nicola Laffranchi
Presentazione di Caracciolo alla Feralpisalò - foto e diritti di Nicola Laffranchi

E’ stato presentato ieri sera, domenica 15 luglio, nella sala stampa dello stadio “Turina” di Salò il nuovo attaccante dei Leoni del Garda, Andrea Caracciolo.

Arrivato a parametro zero, dopo che il suo contratto con il Brescia non è stato rinnovato, ha comunque deciso di rimanere in provincia rifiutando la proposta della Cremonese.

Dopo l’introduzione del presidente Pasini parola quindi all’Airone: “Ringrazio il presidente per avermi portato in una società ambiziosa come quella della Feralpi. Ringrazio il direttore sportivo che ha condotto la trattativa con il mio procuratore e ringrazio Isabella”.

Una conferenza non facile per Caracciolo, tra passato e presente: “Sto vivendo un mix di emozioni. Negative per avere lasciato il mio Brescia, positive per questa nuova avventura e per come sono stato accolto. Tutto quello che stanno facendo qui è una cosa fantastica che non mi era mai capitata”.

La mia voglia è quella di stare nel territorio bresciano, del quale sono innamorato e che non mi sono sentito di abbandonare. Il Brescia ha avuto tutto il diritto di fare le sue scelte. Credo però che dopo tutto quello che c’è stato tra me e il Brescia meritavo, insieme ai tifosi, un finale diverso. Resterò tifoso del Brescia al quale faccio l’in bocca al lupo e al quale auguro di ottenere la promozione così l’anno prossimo non giocherò contro di loro per battere il record”. Rammarico e scuse verso i tifosi del Brescia: “Quando la curva ha organizzato una festa per me fuori dallo stadio avevo detto che sarei rimasto, in qualunque veste, al Brescia; purtroppo le cose non sono dipese da me…”.

Capitolo Feralpi: “La squadra merita il mio impegno, la mia esperienza e la mia qualità. Ho un record da battere in Serie B e al presidente ho subito chiesto se l’obiettivo è vincere il campionato per salire di categoria. Per me questa è una grande sfida, in un campionato che non ho mai giocato. Ho quasi 37 anni ma sono in forma e mi sento di poter dare ancora tanto. Qui mi stanno caricando tantissimo. Ho visto che qui ci sono bravi ragazzi e la base c’è. Mi sento il dovere di dimostrare ai miei compagni che posso aiutarli a migliorare. Non vedo l’ora di iniziare e di giocare”.

Molta sorpresa per questa chiamata: “Non me l’aspettavo la chiamata della Feralpisalò, probabilmente perché non mi aspettavo di essere sul mercato. Poi abbiamo iniziato a parlarne. Adesso voglio solo iniziare la preparazione, giocare e vincere. Se qui mi hanno preso e mi stanno trattando così meritano il miglior Caracciolo”.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome