Vaccini, Girelli (Pd): la Lombardia non applichi l’autocertificazione

Il Pd chiede più impegno sulla prevenzione in sanità e di non abbassare la guardia sui vaccini, confermando l’obbligatorietà per l’iscrizione a scuola

0
Giantonio Girelli
Giantonio Girelli

Il chiede più impegno sulla prevenzione in sanità e di non abbassare la guardia sui vaccini, confermando l’obbligatorietà per l’iscrizione a scuola ed evitando l’introduzione dell’autocertificazione chiesta dal ministro della salute Giulia Grillo. Lo scrive in una nota il capdelegazione del in commissione sanità Gian Antonio Girelli, commentando la proroga del piano regionale sulla prevenzione, approvato in Aula questo pomeriggio.

“La proroga del piano regionale comporta che la Regione non raggiungerà il 5% delle risorse investite in prevenzione, come prevede la legge 23/2015 – spiega il consigliere del PD -. Un limite che dovrà essere superato nel nuovo piano, e noi ci adopereremo affinché questo avvenga, in particolare modo sul capitolo della sicurezza sui luoghi di lavoro. Rimane inoltre la nostra preoccupazione rispetto all’iniziativa messa in atto dal Ministro Grillo sull’introduzione dell’autocertificazione per le vaccinazioni effettuate. Preoccupazione confermata anche dai dati diffusi dall’assessore Gallera, che vedono la Lombardia recuperare terreno ma ancora non raggiungere il cosiddetto effetto gregge, cioè il 95% di copertura, per tutti i vaccini. Chiedo all’assessore, visto anche il miglioramento della copertura ottenuta in questi anni, di confermare l’obbligatorietà ed evitare il ricorso all’autocertificazione che può diventare una pratica pericolosa. Come ci ha ricordato il prof. Garattini stamattina, intervenendo in Consiglio regionale, la scienza non può essere materia di contrattazione.”

 

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome