La ragazzina scomparsa non si trova: ripartite le ricerche

Per ora non sono state trovate sue tracce, anche se due testimoni l'avrebbero vista lungo la strada che conduce a Nave. Le ricerche sono ripartite alle 6 di questa mattinata

2
Soccorso alpino
Soccorso alpino

Vigili del fuoco, volontari del paese e strumentazioni all’avanguardia non sono bastate, questa notte, a ritrovare la piccola , la 12enne di origine pakistana che – dopo essere sfuggita al controllo degli educatori del Grest – si è persa nei boschi di Serle.

La ragazzina, che pare sia una grande camminatrice, potrebbe aver percorso diversi chilometri. Nella speranza che non sia caduta o non si sia infortunata.

Per trovarla, dalle 12 di ieri (quando è scattato l’allarme), è stato messo in campo ogni mezzo: il drone a rilevazione termica dei Vigili del fuoco, ma anche gli elicotteri. I volontari chiamati a raccolta dal sindaco Paolo Bonvicini stanno anche battendo le numerose grotte della zona delle , con l’ausilio di Carabinieri, Vigili del fuoco e Soccorso alpino.

Per ora non sono state trovate sue tracce, anche se due testimoni l’avrebbero vista lungo la strada che conduce a Nave. Le ricerche sono ripartite alle 6 di questa mattinata.

Il sindaco ha anche firmato un’ordinanza bloccando l’accesso veicolare e pedonale, a partire da via Cariadeghe all’altezza del parcheggio dei Fanti (Posto di blocco 1A, a cui devono presentarsi i volontari) e da via Valpiana all’ altezza del ristorante Valpiana (Posto di blocco 1B), ovviamente ad esclusione dei mezzi delle forze dell’ordine e di soccorso.

Comments

comments

2 Commenti

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome