Franciacorta, torna la grandine: pesanti danni per i vigneti

Nella notte tra venerdì 20 e sabato 21 luglio maltempo e grandine hanno nuovamente colpito le coltivazioni franciacortine.

0
Vigneti, si contano i danni in Franciacorta
Vigneti, si contano i danni in Franciacorta

Non c’è pace per i viticoltori della , costretti a gestire i danni dell’ennesima grandinata di questa estate “piegata” dal maltempo a poche settimane dalla vendemmia. Il violento fenomeno temporalesco che si è abbattuto nella tarda serata di venerdì 20 luglio sulla zona orientale della , toccando in particolare i territori di Provaglio d’Iseo, Monticelli Brusati, Ome, Passirano, Rodengo Saiano e Paderno, ha infatti riacceso l’emergenza per i produttori del celebre “bollicine”, che ancora non avevano smesso di fare i conti con l’altra forte grandinata di domenica scorsa.

“Le prime stime confermano purtroppo un’altra ondata di danni considerevoli ai vitigni situati nelle zone interessate dal maltempo di ieri – spiega Giulio Barzanò, titolare dell’azienda agricola e presidente della sezione vitivinicola di Brescia -. Nel nostro caso, si parla del 30% di viti coinvolte, ma ci vorranno giorni per capire la reale entità di quanto accaduto. Il susseguirsi di episodi di grandine, vento e forti piogge sta rovinando un’annata che si prospettava finalmente florida per le aziende agricole franciacortine, dopo un 2017 negativamente contrassegnato dalla gelata di aprile. Ci auguriamo che nelle prossime settimane il tempo sia più clemente e che il sole possa sanare le piante e i chicchi d’uva danneggiati, contribuendo ad arginare questa drammatica situazione”.

Mentre si attendono dunque le opportune verifiche circa i danni provocati dalla grandinata, Confagricoltura Brescia ricorda l’importanza di valutare adeguate coperture assicurative a tutela delle attività agricole: “Per affrontare la crescente imprevedibilità delle condizioni climatiche, che sempre più spesso minaccia i raccolti e la sopravvivenza stessa delle aziende, i nostri soci possono contare sui servizi assicurativi di Agridifesa Italia e sul massimo supporto dell’organizzazione in casi di emergenza come quello odierno”, aggiunge Oscar Scalmana, vicepresidente di Confagricoltura Brescia e presidente di Agridifesa Italia.

 

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome