Forza Italia commissaria le sezioni di Ghedi, Marone e Bagnolo Mella

A renderlo noto è un comunicato stampa congiunto di Alessandro Mattinzoli, Claudia Carzeri e Bruno Bettinsoli

1

Arriva il momento della resa dei conti in , dove i vertici del partito hanno deciso di fare pulizia di tutti coloro che alle scorse elezioni regionali non hanno seguito le direttive del partito.

A renderlo noto è un comunicato stampa congiunto di (coordinatore di Forza Italia), (responsabile organizzativo di Forza Italia)
e Bruno Bettinsoli (responsabile Enti locali Forza Italia).

“Nell’ottica della riorganizzazione del Partito e del radicamento sul territorio – scrivono i tre –  è indispensabile fare chiarezza rispetto a situazioni verificatesi in alcuni Comuni in occasione delle scorse elezioni regionali che hanno visto alcuni coordinatori di Forza Italia e buona parte dei direttivi sostenere pubblicamente candidati fuoriusciti dal nostro partito per presentarsi in altre liste. Ci saremmo aspettati per coerenza delle dimissioni a seguito di questi avvenimenti ma così non è stato e quindi riteniamo giusto denunciare questa grave situazione nelle sedi competenti affinché questi organi delegittimati vengano  sostituiti, facendoci carico nel frattempo di individuare all’interno di questi Comuni persone con forte spirito di appartenenza e con maggiore coerenza sulle quali ricostruire la credibilità del nostro Partito”.

Da qui le decisioni di commissariare le sezioni di Ghedi, Marone e Bagnolo Mella, chiedendo le dimissioni del coordinatore di Toscolano Maderno. “Nel caso di Ghedi e Marone – si legge ancora – il gruppo di lavoro del coordinamento provinciale, nell’immediato, nomina  un responsabile ad acta per la gestione e organizzazione delle elezioni comunali e la formazione della coalizione e della lista: a Ghedi il sig. Sabino De Matteo e a Marone il sig. Marco Zanotti. Per il Comune di Bagnolo Mella si sta lavorando per individuare una figura adeguata. Discorso completamente diverso va fatto per il Comune di Toscolano Maderno – concludono i tre – dove il coordinatore nelle ultime elezioni amministrative si è candidato all’interno di una lista diversa da quella sostenuta da Forza Italia e con il quale si interloquirà al più presto per chiedergli coerentemente le dimissioni”.

Comments

comments

1 COMMENT

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome