Iuschra è sparita da una settimana, dov’è? – TUTTE LE IPOTESI

La certezza è che bisogna trovarla in fretta: un essere umano adulto può sopravvivere anche un mese senza cibo, ma soltanto una settimana senza acqua

2
Iuschra, la 12enne scomparsa nei boschi di Serle
Iuschra, la 12enne scomparsa nei boschi di Serle

Non si hanno notizie dalla mattinata di giovedì 19 luglio di , la 12enne autistica che è sfuggita al controllo degli educatori del Fobap e ha fatto perdere le proprie tracce tra i boschi di Serle, sull’altopiano delle Cariadeghe.

Le ricerche hanno coinvolto oltre 300 volontari e 40 speleologi, con ogni mezzo: dagli elicotteri ai cani. Ma la ragazzina sembra sfinita nel nulla: nessuno ha trovato tracce della sua presenza o del suo passaggio.

La certezza è che bisogna trovarla in fretta: un essere umano adulto può sopravvivere anche un mese senza cibo, ma soltanto una settimana senza acqua (alimentandosi comunque con vegetali). E nel caso di una bimba di costituzione esile i tempi si riducono ancora, a meno che la piccola sia riuscita a trovare fonti di sostentamento.

Ma dove è finita Iuschra? Passiamo in rassegna tutte le ipotesi.

IUSCHRA E’ NASCOSTA NEI BOSCHI?

L’ipotesi in cui sperano coloro che la cercano è che la ragazzina si trovi ancora nei boschi, magari nascosta in qualche anfratto. Il problema, comunque, è che la ragazzina non mangia e non beve da una settimana, dunque in questo caso bisogna fare in fretta.

IUSCHRA E’ CADUTA IN UN BURRONE O IN UNA CAVITA?

E’ questo uno dei principali timori dei soccorritori. Sull’altopiano delle Cariadeghe ci sono oltre 22 km di grotte e il rischio che la piccola ci sia finita dentro è forte. Per questo le ricerche nelle cavità si sono intensificate col passare dei giorni.

IUSCHRA E’ STATA RAPITA?

L’ipotesi del rapimento di Iuschra era circolata nelle scorse ore, ma le forze dell’ordine recentemente l’hanno definita inverosimile. Non ci sono elementi che sostengono questa ipotesi.

IUSCHRA E’ FUGGITA ALTROVE?

Anche questa ipotesi, passata una settimana, appare poco probabile. La ragazzina è una grande camminatrice e potrebbe essere arrivata ovunque. Ma è difficile pensare che sia arrivata in qualche zona popolata da persone, perché – visto il grande clamore mediatico del caso – l’avrebbero in qualche modo riconosciuta. Ed ora, comunque, probabilmente non avrebbe più le forze per muoversi.

Comments

comments

2 Commenti

  1. […] La 12enne autistica, sfuggita al controllo degli educatori, si è persa nei boschi dell’altopi…. E per trovarla sono scesi in campo centinaia di volontari e rappresentanti delle forze di sicurezza, coordinati dal prefetto e supportati da tutte le più moderne ed efficaci strumentazioni di ricerca (compresi i Reddingshonden: le unità cinofile olandesi che sono tornate in patria dopo aver battuto la zona per diversi giorni). Ma della giovane non ci sono tracce. […]

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome