Lo Stato Sociale contro Salvini: era l’unico che a Sanremo non ballava

Pienone, ieri sera - al festival Filagosto di Filago, nella bergamasca - per il concerto de Lo Stato Sociale

0
Lodo de Lo Stato Sociale al Filagosto di Bergamo
Lodo de Lo Stato Sociale al Filagosto di Bergamo

Pienone, ieri sera – al festival Filagosto di Filago, nella bergamasca – per il concerto de Lo Stato Sociale. Un appuntamento – gratuito – che ha richiamato giovani da tutta la Lombardia (molti i bresciani) visto che si è trattato di una delle poche esibizioni live della band dopo SanRemo.

Il concerto del gruppo bolognese è iniziato verso le 11 per terminare poco prima di mezzanotte e mezza, con una performance che non ha costantemente tenuto impegnato il pubblico in canti e balli. Ma non sono mancati gli intermezzi “politici”. Come il ricordo di Federico Aldrovrandi, il 18enne ferrarese picchiato brutalmente e ucciso da quattro agenti di Polizia  nel 2005. E non solo. Dal palco il leader della band, Lodo Guenzi, ha ripetutamente attaccato la politica del governo in materia di migranti e – prima di eseguire il successo più noto, Una vita in vacanza – ha citato esplicitamente il ministro della Difesa Matteo Salvini.

“Abbiamo fatto cose bruttissime come esibirci a Sanremo”, ha detto, “e c’era un pubblico come voi, più ricco di voi e disposto a pagare anche mille euro per una serata, che non è riuscito a star fermo. Solo due persone non si sono mosse dalla poltrona: Salvini e la sua compagna”.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome