Manuela Bailo, nuovi dettagli su chi ha visto: ora si attende la svolta

Emergono nuovi particolari sulla scomparsa e il cerchio delle indagini nelle prossime ore potrebbe stringersi arrivando alla concretizzazione di una ipotesi più definita

3
Manuela Bailo è scomparsa da sabato
Manuela Bailo è scomparsa da sabato

Emergono nuovi particolari sulla scomparsa di e il cerchio delle indagini nelle prossime ore potrebbe stringersi arrivando alla concretizzazione di una ipotesi più definita.

Secondo quanto pubblicato da diverse fonti, infatti, la sera prima della scomparsa la giovane avrebbe passato la serata con i colleghi del Caf Uil per un aperitivo (altra circostanza che fa dubitare della scomparsa volontaria), per poi rincasare intorno alle 23.30, quando il convivente l’ha sentita entrare nel letto. Ma in quell’occasione avrebbe incontrato anche l’uomo  con cui ha o aveva una relazione, secondo alcuni mai interrotta. Ciò che è accaduto poi è noto: Manuela Bailo è uscita di casa intorno alle 17.30 di sabato (circostanza ripresa dalle telecamere dell’abitazione di Nave), dicendo all’ex Matteo Sandri che sarebbe andata al lago e poi da un’amica, e non ha più fatto ritorno a casa.

Di certo Manuela non è mai andata a Desenzano, dove i Bailo hanno una casa, né è mai passata dal medico come avrebbe detto ai colleghi e al capo con due sms: sempre che que quegli messaggi li abbia davvero scritti lei. Resta da capire, poi, da dove siano stati mandati tutti gli sms di sabato sera, di domenica e di lunedì (l’ultimo è di prima delle 21), prima che il cellulare si spegnesse. Così come restano da trovare la sua Opel Corsa e i due cellulari a disposizione della giovane. Ed è in corso di verifica la segnalazione – di cui parlano e il – di uno straniero che avrebbe riferito di averla vista su una panchina di via Milano domenica 29 luglio alle 15 insieme a un uomo senza capelli.

Il sospetto è che la giovane sabato sera avesse un appuntamento con qualcuno. Su cosa è successo poi (e chi abbia davvero visto Manuela Bailo) ci sono soltanto paure e ipotesi inquietanti, su cui ora le indagini guidati dal sostituto procuratore Carlo Francesco Milanesi devono dare risposte. Ora i tabulati telefonici ci sono: la svolta sul caso Manuela Bailo potrebbe arrivare già in queste ore.

Comments

comments

3 Commenti

  1. […] Secondo quanto emerge, infatti, sabato sera, domenica e lunedì – quando poi il cellulare si è spento – la giovane si trovava proprio in città. E, stando a quanto riferisce lo stesso quotidiano, anche l’auto di Manuela Bailo sarebbe stata avvistata a Brescia dalle telecamere prima della denuncia di scomparsa dei genitori, presentata mercoledì. Ora resta da capire con chi fosse la giovane e quali cellulari abbiano incrociato le stesse celle. […]

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome