“Via gli zingari dal treno”, Di Mezza chiede un premio per il controllore

L'ex assessore: spero tanto che alla dipendente di Trenord che ha chiesto ad accattoni e zingari di scendere dal treno venga dato un premio

0
Fausto Di Mezza
Fausto Di Mezza
“Spero tanto che alla dipendente di Trenord che ha chiesto ad accattoni e zingari di scendere dal treno venga dato un premio”. Fanno discutere le parole scritte su Facebook dall’ex assessore (Forza Italia), che in un post su Facebook prende le difese della dipendente di Trenitalia che ha annunciato ai passeggeri del regionale 2653 partito da Milano e diretto a Cremona:  “I passeggeri sono pregati di non dare monete ai molestatori. Scendete perché avete rotto. E nemmeno agli zingari: scendete alla prossima fermata, perché avete rotto i c…”.
Un messaggio forte, contro cui Trenord ha preso chiaramente le distanze annunciando un’indagine interna e possibili provvedimenti disciplinari. Ma Di Mezza la vede in maniera diversa e, in un secondo post, Di Mezza se la prende direttamente con il giovane che ha denunciato pubblicamente l’accaduto, usando parole dure (troppo) e concludendo: “È gente come questa che ha rovinato l’Italia”.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome