Via Trento, 54enne ai domiciliari rapina farmacia armato di coltello: arrestato

Il rapinatore, 54 anni, avrebbe dovuto trovarsi ai domiciliari (con permesso di assentarsi per esercitare l’attività lavorativa presso una cooperativa) in seguito alla condanna per rapina in ufficio postale

0
Rapinatore in azione con coltello e passamontagna, foto d'archivio
Rapinatore in azione a Brescia con coltello e passamontagna, foto d'archivio

Nel pomeriggio di ieri è giunta alle forze dell’ordine una richiesta di intervento per appena consumata all’interno di una farmacia di via Trento. Che si è conclusa con l’arresto di un 54enne italiano.

Un uomo con il volto coperto da un passamontagna ha fatto irruzione nell’esercizio, mostrando un coltello e intimando alla farmacista di consegnargli i soldi (circa 300 euro). Poi ha chiesto della cassaforte, e quando gli è stato risposto che non ce n’erano prima è uscito, poi è tornato e – sventolando l’arma – ha minacciato che sarebbe tornato nel caso ne avesse scoperto l’esistenza.

Ma nel frattempo una commessa che si trovava nel magazzino, è uscita dalla porta sul retro per chiamare il numero di emergenza Nue. La donna si è poi messa ad inseguire il rapinatore, chiedendo aiuto al proprietario di un’officina del quartiere che – in bici – ha raggiunto l’uomo. Desistendo solo quando questo gli ha mostrato minaccioso il coltello.

I poliziotti, quindi, hanno raggiunto il rapinatore all’altezza di via Leonardo da Vinci e hanno cercato di bloccarlo. Un agente, nel tentativo di disarmarlo, si è ferito. Ma l’uomo è stato fermato: con sè, oltre al coltello, aveva un passamontagna, un cappellino con visiera, un paio di guanti e 300 euro in contanti.

Il rapinatore, 54 anni, avrebbe dovuto trovarsi ai domiciliari (con permesso di assentarsi per esercitare l’attività lavorativa presso una cooperativa) in seguito alla condanna per rapina in ufficio postale. E’ accusato di rapina aggravata, lesioni personali a Pubblico Ufficiale ed evasione. Per lui è stato disposto il trattenimento in carcere.

 

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome