Febbre del Nilo: nuovo caso nel bresciano, scatta l’allerta

La malattia infettiva è trasmessa all'uomo attraverso la puntura di zanzare infette e non si trasmette da persona a persona

0
Zanzara
Zanzara

Torna alta l’attenzione per la dopo che una persona, a Gambara, è risultata positiva al virus.

L’uomo protagonista della vicenda si trovava già in ospedale per altri problemi di salute, quando alcuni accertamenti hanno evidenziato la presenza del virus.

Al momento non si conoscono le sue condizioni nè tantomeno si sa se l’anziano sia stato punto da una zanzara a Gambara, ma a seguito della scoperta è stato immediato l’avvio delle operazioni di disinfestazione da parte dell’ di Brescia.

Attorno all’abitazione dell’uomo, per un raggio minimo di 200 metri, un’impresa specializzata ha dunque iniziato questa mattina un trattamento specifico finalizzato alla bonifica dell’area.

Le operazioni saranno eseguite sia negli spazi pubblici sia in quelli privati: i cittadini di Gambara sono quindi stati invitati a rimanere all’interno delle proprie abitazioni, evitando di accendere gli impianti di ricambio dell’aria, tenendo al chiuso gli animali domestici e coprendo con un telo di plastica frutta e verdura negli orti.

Tutte le cautele da adoperare sono state comunque comunicate ai cittadini, ai quali si è già ricordato che la infettiva è trasmessa all’uomo attraverso la puntura di zanzare infette e non si trasmette da persona a persona.

Dall’inizio dell’anno, mentre in tutta la Lombardia si contano almeno 22 casi di persone positive al virus della febbre del Nilo (West Nile), nel bresciano sono stati segnalati 5 casi.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome