Manuela Bailo, nell’auto usata da Pasini un coltello e tracce di sangue

Il movente non è ancora chiaro. Ma la procura è convinta: la versione di Fabrizio Pasini non corrisponde a come sono andati i fatti

0
Come è morta Manuela Bailo? La villetta di Ospitaletto in cui è avvenuto l'omicidio
Come è morta Manuela Bailo? La villetta di Ospitaletto in cui è avvenuto l'omicidio

Il movente non è ancora chiaro. Ma la procura è convinta: la versione di Fabrizio Pasini non corrisponde a come sono andati i fatti nella notte del 28 luglio 2018. Secondo quanto dichiarato dal 48enne di Ospitaletto, collega della vittima alla Uil, infatti, Manuela Bailo Sarebbe caduta dalle scale battendo la testa in seguito a una lite per un banale tatuaggio. Ma non si tratterebbe dell’unica bugia dopo l’omicidio. E, soprattutto, per il medico la 35enne di Nave è morta per altri motivi: “La morte è avvenuta attraverso un’arma da taglio che ha comportato la recisione della carotide”, ha svelato il procuratore capo di Brescia Tommaso Buonanno. Ora, però, vanno costruite le prove.

LE INDAGINI DEI CARABINIERI DEL RIS

I caarabinieri del Ris, anche ieri, hanno continuato a lavorare sulla casa del delitto, in via Allende, e su quella di Pasini, in via San Giacomo. Inoltre i militari hanno analizzato il Suv Mitsubishi della moglie, con cui l’uomo ha portato il cadavere ad Azzanello (provincia di Cremona). Nel baule e sotto il pianale sarebbero emerse diverse tracce di sangue. Nella stessa auto (utilizzata anche per andare in vacanza in Sardegna con la famiglia) è stato trovato poi un coltello a serramanico (uno dei due che Pasini ha ammesso di avere), ma secondo i primi rilievi lo strumento non presenterebbe tracce ematiche. I carabinieri hanno infine recuperato i bermuda indossati da Pasini durante l’ (erano stati lavati e portati in vacanza), mentre la maglietta sarebbe stata gettata. Nessuna traccia, invece, su dui telefoni della giovane che Pasini ha dichiarato di aver buttato nelle di Iseo, che potrebbero fare maggiore luce sul movente.

MANUELA, CORPO IN OBITORIO E TANTA COMMOZIONE

Ieri il corpo di Manuela è stato portato all’obitorio dell’ospedale Civile, nella stanza numero 9, in attesa dei funerali e della sepoltura. Numerose le persone che hanno voluto far visita alla giovane. Tra queste, oltre ai familiari più stretti, l’ex convivente Matteo Sandri, l’amicaa Francesca Coccoli (con cui avrebbe dovuto partire per le vacanze) e diversi rappresentanti della Uil, tra cui il segretario generale bresciano Mario Bailo e il suo predecessore Daniele Bailo).

I funerali – come già anticipato – verranno celebrati lunedì 27 agosto, alle ore 16, nella chiesa parrocchiale di Santa Maria Immacolata a Nave, partendo alle ore 15.40 dall’obitorio degli Spedali Civili di Brescia, quindi proseguiranno per il tempio crematorio di Brescia. Manuela lascia la mamma Patrizia, il papà Elvio, la sorella Arianna con Andrea, il fratello Marco, Matteo Sandri e tanta gente che l’ha conosciuta e ha avuto a cuore il suo caso.

QUI IL GIALLO DI MANUELA BAILO E LA TRAGICA MORTE NELLA RICOSTRUZIONE GIORNO PER GIORNO.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome