Iseo, palle alluminio nelle fontane contro i cani: il sindaco all’attacco

Venchiarutti dichiara guerra agli ignoti che starebbero piazzando palle di alluminio alla base delle fontane pubbliche per bloccare il deflusso dell'acqua

0
Un cane che beve a una fontana pubblica, foto d'archivio
Un cane che beve a una fontana pubblica, foto d'archivio

E’ guerra aperta, a Iseo, contro gli ignoti che starebbero piazzando palle di alluminio alla base delle fontane pubbliche per bloccare il deflusso dell’acqua e contaminarla, impedendone di fatto l’accesso agli animali.

A renderlo noto è il primo cittadino , con un post su Facebook. “Alcuni cittadini – scrive l’ex giornalista Rai – hanno segnalato che in alcune fontanelle pubbliche (in particolare quella ai piedi del castello a Iseo e quella della piazzetta di Cremignane) vengono piazzate ‘palle’ di fogli di alluminio per bloccare il deflusso dell’acqua e di fatto impedire ai di bere, visto che l’alluminio rende l’acqua “tossica”. I personaggi in questione che in questo modo continuano la loro criminale guerra contro i – conclude Venchiarutti – sappiano che non la faranno franca molto a lungo. E che quando verranno presi avranno guai seri”.

Tra i commenti si segnalano comunque quelli di alcuni utenti, secondo cui “la tossicità di un foglio d’alluminio in acqua potabile, è quasi nulla, anche per il fatto che l’acqua nel bacile non stagna a lungo”.

L'immagine di una fontana iseana postata dal sindaco Riccardo Venchiarutti
L’immagine di una fontana iseana postata dal sindaco Riccardo Venchiarutti

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome